10-07-2022 ore 11:08 | Cronaca - Lombardia
di Alessia Silvani

Competenze digitali, in Lombardia nuovi corsi rivolti ai docenti per una didattica inclusiva

Puntano a “rafforzare le competenze digitali dei docenti e trattare tematiche quali l'accessibilità, l'inclusione, il coding e la valorizzazione del pensiero divergente” i nuovi corsi realizzati da Apple per i docenti delle scuole lombarde di ogni ordine e grado. Sono stati presentati questa mattina a Palazzo Lombardia dall'assessore regionale all'Istruzione Fabrizio Sala, dal direttore dell'Ufficio scolastico regionale Lombardia Augusta Celada e dai rappresentanti di Apple. Nato dalla sottoscrizione del protocollo d'intesa tra Ministero dell'istruzione, Apple distribution international limited e Osservatorio permanente giovani editori, coinvolgerà le scuole lombarde a partire dal mese di ottobre, sarà gratuito e si svilupperà attraverso un training di mezza giornata dedicato allo sviluppo di un percorso di coding e di analisi delle funzionalità attraverso un ipad.

 

Innovazione tecnologica

Per il direttore dell'ufficio scolastico regionale della Lombardia, Augusta Celada: L'Usr per la Lombardia sostiene l'iniziativa volta a potenziare la conoscenza delle tecnologie utili per promuovere metodologie innovative all'interno dell'ambiente scolastico”. L'assessore regionale all'istruzione Fabrizio Sala ha spiegato come “favorire la continua formazione dei docenti, rafforzandone le competenze tecnologiche, è una delle priorità di regione Lombardia. Viviamo un periodo in cui si susseguono con rapidità innovazioni tecnologiche da cui dipendono anche le figure professionali richieste dal mercato del lavoro e di conseguenza il futuro dei nostri studenti. Questo è un tema centrale - ha aggiunto Sala - su cui stiamo agendo in rete sia con l'ufficio scolastico regionale che con il mondo accademico ed economico”. I corsi rappresentano “ un passo importante nel processo di digitalizzazione della scuola oltre che un contributo ad un uso più consapevole della tecnologia offrendo strumenti utili, ad esempio, per la lotta ai sempre più frequenti fenomeni di cyberbullismo”.

3402