09-06-2022 ore 09:28 | Cronaca - Crema
di Claudia Cerioli

Lo Sraffa a Roma ospite delle Fiamme gialle per un progetto sullo sport e legalità

Ultimi giorni di scuola ricchi di appuntamenti allo Sraffa, con la conclusione del progetto di “educazione alla legalità”, in collaborazione con il procuratore emerito della Repubblica Benito Melchionna, ed il presidente dell’International Police Association di Crema, nonché segretario della delegazione IPA Lombardia, Vincenzo Perotti. Di rientro dalle trasferte di Taranto e Matera, dove ha portato la sua testimonianza in occasione di importanti convegni celebrativi del trentennale della strage di Capaci, il procuratore Melchionna, si è detto contento per la collaborazione con lo Sraffa, che è proseguita anche quest’anno attraverso una serie di lezioni su: ‘criminalità organizzata, difesa della legalità, pacifica convivenza civile, contrasto alle diverse forme di dipendenze’.

 

Ospiti della guardia di finanza

Sempre nell’ambito delle iniziative legate alla promozione della legalità, è dei giorni scorsi la notizia relativa ad un’esperienza che coinvolgerà una classe dell’Istituto, ospite il prossimo autunno del centro sportivo della Guardia di Finanza di Castelporziano a Roma, nell’ambito del progetto “Sport e Legalità – La scuola in cattedra’, promosso da Regione Lombardia, gruppi sportivi fiamme gialle e ufficio scolastico regionale. Gli studenti avranno l’opportunità di vivere l’esperienza di una settimana a Castelporziano e svolgere diverse attività sportive, fra cui, atletica, judo, nuoto, karate, scherma, canoa e canottaggio, oltre a seminari sulla legalità e sui corretti stili di vita.

 

Ospiti iridati

Dalla dirigente scolastica Roberta Di Paolantonio, intervenuta in collegamento dalla scuola, il ringraziamento a Regione Lombardia, guardia di finanza e Usr Lombardia: “attraverso iniziative come queste si promuove un riavvicinamento dei giovani alle istituzioni”, ha detto la preside, per la quale lo sport è elemento essenziale per favorire un approccio diverso e diretto anche rispetto ai temi della legalità. Testimonial dell’iniziativa, atleti di punta delle Fiamme Gialle, come Andrea Cassinelli, argento nella staffetta mista e bronzo nella staffetta 5000 m specialità short track, ai Giochi Olimpici invernali di Pechino, Ivano Brugnetti, oro nella 20 km ad Atene 2004 e Laura Milani, iridata di canottaggio.

1562