09-06-2015 ore 12:04 | Cronaca - Città
di Stefano Zaninelli

Crema. Il cubo di ghiaccio ha perso l’8% del peso. Piloni: “risultato sorprendente, ridurre le emissioni è possibile”

Dopo 15 giorni d’attesa è stato emesso il verdetto della sfida del cubo ghiaccio: il blocco ha perso 46 chili, ovvero l’8% del peso iniziale (602 chili). “È un risultato straordinario – ha commentato Giuseppe Cabini, del network Casaclima – perché il nostro cubo ha mantenuto il 92% del peso iniziale nonostante il caldo molto forte degli ultimi giorni”.

 

Risparmiare energia

Una sessantina i curiosi radunati in piazza Duomo per assistere alla fase finale dell’esperimento dell’associazione Slossel. Sono scrosciati applausi quando dall’involucro messo a punto dall’agenzia Casaclima è emerso il blocco di ghiaccio in gran parte intatto. La pesata ha dato il risultato: 556 chili, un risultato “che dimostra che i nostri edifici possono funzionare anche senza impianto. L’altro cubo si è sciolto nel giro di 4 giorni, questo dimostra l’importanza del risparmiare energia – ha concluso Cabini – dovremmo fare tutti qualcosa per ridurre la dispersione”.  

 

Benefici diffusi

“Il risultato è sorprendente – commenta Matteo Piloni, assessore all’Ambiente – specialmente se paragonato a quello di Milano, dove a settembre si è consumato il 4% del ghiaccio. La tecnica di mantenimento dell’esperimento ha funzionato: dimostra che c’è la possibilità, per cittadini ed imprese, di adottare tecniche a basso costo per ridurre le emissioni nell’ambiente. Questo giova non solo al cittadino, con bollette più leggere, ma anche all’ambiente. Quello in piazza Duomo era il secondo esperimento in Italia: siamo onorati di aver ospitato un’iniziativa di questo tipo, che ha dato un risultato così significativo”. 

463