09-05-2014 ore 10:57 | Cronaca - Crema
di Francesco Jacini

Crema sarà 'Città europea dello sport' nel 2016. Walter Della Frera: “abbiamo un anno e mezzo di intenso lavoro per essere pronti”

L’attesa si è conclusa ieri sera quando è arrivata da Praga la telefonata di Sergio Allegrini segretario della commissione Aces. Una telefonata molto attesa: Crema sarà città Europea dello Sport per l’anno 2016. Viva la soddisfazione da parte di Walter Della Frera, incaricato allo sport del comune, colui che ha sempre spinto affinché la città arrivasse a questo rinascimento così importante e significativo.

 

“Daremo visibilità ad iniziative per bambini”

“Il 2016 sarà un vero anno di sport a trecentosessanta gradi – afferma – e dovrà per tutti uno stimolo per dare maggiore risalto a questa nomina. L’obiettivo è quello di dare visibilità ad iniziative per bambini, donne, disabili ed anziani, puntando su quello che Crema propone; cercheremo di organizzare eventi rilievo, ma ciò lo faremo in base al budget a disposizione”.

 

 

“Intervenire sulla mentalità degli sportivi”

“Dal mio punto di vista sarà decisivo intervenire sulla mentalità degli sportivi cremaschi. Come ho voluto evidenziare nella brochure distribuita durante la visita della Commissione Aces è quello di fare Crema un laboratorio di sport. Vorremmo che l’evento sia finalizzato per migliorare la città intera e non essere una semplice medaglietta; abbiamo un anno e mezzo di lavoro per farci trovare pronti”.

 

“Sinergia fra le varie forze”

“Crema, città europea dello sport per il 2016 – conclude – non dovrà essere solo un evento sportivo a se stante ma dovrà coinvolgere anche gli altri assessorati come un vero lavoro di squadra. La volontà di creare una sinergia fra economia, cultura e sociale alla quale ne beneficerà la città ed i cittadini cremaschi”.

 

A breve l’inizio dei lavori

Un riconoscimento che da lustro a Crema e all’intero territorio cremasco, un passaggio di consegne con Cremona che avuto questa nomina nel 2013. A breve la commissione inizierà i lavori di preparazione di tutti gli eventi e la relativa raccolta fondi; nel novembre del 2015 si svolgerà la cerimonia di consegna della bandiera e, successivamente, nel febbraio 2016 il taglio del nastro di tutti gli avvenimenti sportivi e socioculturali che coinvolgeranno la cittadinanza.

475
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno

SPAZIO ALLE ASSOCIAZIONI


polocosmesi confartigianato