09-03-2022 ore 09:40 | Cronaca - Lombardia
di Claudia Cerioli

Otto marzo: “le agenti di polizia locale coraggiose e al servizio del bene comune”

L'assessore regionale alla sicurezza e polizia locale, Riccardo De Corato, ha voluto ringraziare, in occasione dell'otto marzo, tutte le donne in divisa. "Nel corso degli anni - ha dichiarato l'assessore, ho ricoperto per tre legislature la carica di vicesindaco di Milano con la delega alla polizia locale e oggi quella di assessore di Regione Lombardia. Ho apprezzato particolarmente il lavoro delle donne in divisa, in particolar modo quello delle agenti di polizia locale. Il lato umano e la forte irreprensibilità sono stati e continuano a essere da esempio per tutti i colleghi uomini".

 

Date importanti

"Nel 1976 - ha ricordato ancora - entrava in servizio la prima donna della Polizia locale di Milano, allora corpo dei vigili urbani, Clementina Guarneri, detta Tina, che gestiva il traffico all'incrocio tra via Mazzini e via Albricci. Altra data significativa - ha sottolineato l'assessore  - è stata il 20 ottobre del 1999. Fu approvata infatti la legge che consentiva alle donne di poter indossare una divisa militare. Da quei giorni sono state numerose le donne che hanno fatto carriera raggiungendo i vertici dei comandi. Donne che hanno dimostrato senso del dovere, spirito di sacrificio e grandi capacità. “Conciliare il ruolo di madri e mogli con il lavoro non è stato per nulla facile, ma lo hanno fatto senza mai lamentarsi. Per questo li ringrazio. Una stima tutt'altro che formale, ma esempio di forza, coraggio e servizio per il bene comune".

672