08-11-2018 ore 20:42 | Cronaca - Crema
di Riccardo Cremonesi

Crema, automobilista denunciato per calunnia e resistenza a pubblico ufficiale

“Sono laureato alla Bocconi e tu non avrai altro che la terza media, sei un pezzente”. Così ha urlato ad un agente della polizia locale che gli stava contestando un'infrazione al codice della strada. Il fatto è accaduto nei giorni scorsi in via Borgo san Pietro. L'uomo, un trentenne residente in città, ha fermato la sua auto in mezzo alla strada all'altezza dell'ingresso della scuola primaria. Ha messo le quattro frecce, è sceso ed ha accompagnato il figlio all'interno del plesso scolastico, creando una lunga coda e bloccando nel traffico anche un mezzo adibito al trasporto pubblico. 

 

L'intervento dell'agente

L'agente di polizia locale che regola l'accesso di studenti e mezzi all'ora di punta, ha fermato l'automobilista non appena uscito da scuola. Gli ha chiesto i documenti e ha ricevuto uno sdegnato rifiuto. L'uomo è salito in macchina, coi finestrini abbassati ed è ripartito, urtando la gamba del vigile che a quel punto l'ha afferrato per un braccio. Nel frattempo, a dar man forte al collega, visto il trambusto è arrivata una pattuglia della locale.

La telefonata in comune
A questo punto il trentenne ha spostato il veicolo e ha consegnato i documenti minacciando di denunciare l'agente per averlo aggredito. Non soddisfatto, dopo un paio d'ore ha telefonato in Comune chiedendo un appuntamento al sindaco per raccontare l'accaduto e ripetere le proprie 'accademiche credenziali'. L'agente è stato medicato al pronto soccorso. Codice alla mano, l'automobilista è stato denunciato dalla polizia locale per resistenza a pubblico ufficiale e calunnia. Avrà confuso il famoso quarto d'ora accademico con la sosta gentile.

Oggi al cinema