08-01-2019 ore 15:17 | Cronaca - Offanengo
di Angelo Tagliani

Cremasco. Acquista un’auto ma gli arrivano solo rate da pagare. Denunciata una coppia

Siamo ad agosto dello scorso anno. Sta cercando una macchina e il prezzo per l’utilitaria gli sembra buono. Un trentenne cremasco, accompagnato dalla fidanzata, si fa convincere e in un autosalone di Offanengo compra la macchina. Paga 1000 euro come acconto, per gli altri 6000 euro sottoscrive un contratto con la finanziaria dell’autosalone. Passano le settimane ma la vettura non viene immatricolata.

 

Le rate da pagare

“Il titolare dell’attività commerciale – spiega il maggiore Giancarlo Carraro – e la consorte, addetta all’ufficio amministrativo, accampano continue scuse” cercando di motivare i ritardi. L’auto non viene consegnata, ma nel frattempo arrivano le rate: 250 euro ciascuna. Il giovane acquirente paga ma al secondo mese, “perse le speranze e chiusi i battenti” della concessionaria, non ha potuto far altro che sporgere denuncia ai carabinieri di Romanengo.


Denunciate due persone

I militari hanno appurato che il veicolo, nel frattempo, era stato regolarmente venduto ad una donna di Montichiari, che girava in auto come se niente fosse dal mese di settembre. I due titolari dell’autosalone, residenti a Izano, sono stati denunciati. L’accusa di cui dovranno rispondere alla Procura della Repubblica di Cremona è truffa in concorsa. Il giovane raggirato, avendo sporto denuncia, sta ora cercando di bloccare il finanziamento.