06-10-2021 ore 15:00 | Cronaca - Crema
di Sara Valle

Grande festa per i cinquant'anni di Anffas Crema: tutti gli eventi in programma

Anffas Crema compie 50 anni. Ricco è il calendario pensato dall'associazione per festeggiare l'importante traguardo. Partirà il prossimo 14 ottobre la dodicesima edizione di PolentAnffas, seguirà un convegno, il prossimo 13 novembre alla Casa del pellegrino e chiuderà i festeggiamenti l'inaugurazione di Io abito, il progetto per la vita indipendente. Il programma è stato presentato oggi in conferenza stampa dalla presidente dell’aps Daniela Martinenghi, dal presidente di Fondazione Alba Anffas Crema, Paolo Marchesi e dal consigliere Giuseppina Brera. Nata tra le mura di casa Toscani Marchesi, Anffas è divenuta negli anni un riferimento per le famiglie di persone con disabilità. “Ricordo le prime riunioni, fatte con pochi genitori, in casa e poi nella prima sede in via Terni: io ero un ragazzino” ammette Marchesi. “Erano gli anni in cui le persone con disabilità venivano ancora emarginate”. Di strada ne è stata fatta molta. Anche se molta ne resta da fare. Sono passati 50 anni, appunto. “Un bel traguardo, che merita una grande festa, la festa della ripartenza” esordisce Martinenghi.

 

PolentAnffas

Si parte con la PolenAnffas, che a causa dell’emergenza Covid si farà d’asporto. Polenta semplice, polenta taragna, stracotto d’asino, salsiccia coi piselli, costine coi virs, ragù, panino con salamella, strudel accompagnati da un buon vino biologico Vespero rosso Igt Toscana 2018 verranno preparati e consegnati presso il tendone dell’Anffas (ingresso via Mulini) per le cene del 14, 15, 16,21,22,23 ottobre e per i pranzi del 17 e del 24 ottobre. Le prenotazioni si potranno effettuare da sabato 9 ottobre online (il link sarà disponibile a breve) o chiamando il numero 3425096503 dalle 14 alle 18. Ritiro disponibile per la cena dalle 18.30 alle 20 e per il pranzo dalle 11.30 alle 13. La dodicesima edizione è resa possibile grazie al sostegno del Credito Cooperativo di Caravaggio Adda e Cremasco - Cassa Rurale e del Parco del Serio. Il ricavato di questa edizione verrà impiegato per la ristrutturazione della nuova sede del Servizio diurno alternativo.

 

Il convegno

La festa proseguirà con un convegno, in programma sabato 13 novembre dalle ore 9 alle ore 13 presso la Casa del pellegrino (Piazza Papa Giovanni Paolo II, 1) dal titolo Anffas Crema 50 anni di storia: dalle radici al futuro. Dopo il saluto delle autorità (ha confermato la sua presenza il sindaco di Crema Stefania Bonaldi) dialogheranno con l’assistente sociale di Anffas Crema Laura Bonomi, la pedagogista Irene Auletta, la responsabile dell’area autismo del polo di neuropsichiatria infantile e dell’età evolutiva di Anffas Il tubero, Raffaella Faggioli e Marco Bollani, direttore della cooperativa sociale Anffas Come noi. Auletta proporrà un intervento dal titolo Ponti, alleanze, orizzonti. Il rapporto con le famiglie e lo sguardo rivolto al futuro. Seguirà Faggioli con un contributo dal titolo Le transizioni che gettano le basi per un adulto consapevole. Concluderà Bollani con Ritorno al futuro. Percorsi di innovazione con i nuovi servizi Anffas. Posti limitati. Obbligatoria la prenotazione entro il 10 novembre telefonando al 3425096503. Ingresso con green pass. L’evento verrà trasmesso live sulla pagina Facebook di Anffas Onlus Crema. Seguirà aperitivo con accompagnamento musicale a cura di Paola Beltrami.

 

Io abito apre le porte

Si chiuderà con l’inaugurazione a dicembre, presumibilmente l’11, di Io abito, il nuovo progetto per la vita indipendente di Anffas Crema, destinato a cinque persone con disabilità plurime. Ci sarà il tradizionale taglio del nastro. “In questi anni sono cambiate le esigenze e le aspettative delle persone con disabilità. “Questa è un’opportunità che stiamo strutturando insieme alle famiglie per rispondere alla delicata questione del Dopo di noi e plasmare l’autonomia e l’indipendenza di ciascuno” continua Martinenghi. “Vuole essere uno stimolo per far capire che possono esserci diverse forme di residenzialità destinate a persone con disabilità”. La presidente ha voluto ringraziare “quanti hanno condiviso il percorso con noi, sostenitori, dipendenti, famiglie e continueranno al nostro fianco”.

 

Il futuro si fa insieme

Oggi Anffas Crema risponde alle necessità di 270 famiglie tra adulti e minori. Sono attivi due centri socio educativi (Villette e Santo Stefano), una comunità sociosanitaria, un servizio diurno alternativo, una piscina idroterapica, un polo di neuropsichiatria infantile e per l’età evolutiva, un servizio educativo ed uno intensivo, uno sportello Sai per accoglienza ed informazione, un progetto per la vita indipendente. Con la Riforma del Terzo settore, Anffas si è sdoppiata: oggi all’attività di promozione sociale portata avanti dall’Aps presieduta da Daniela Martinenghi, si affianca quella di gestione del patrimonio e dei servizi che fa capo alla Fondazione Alba Anffas Crema, presieduta da Paolo Marchesi. Resta solo da scoprire quali progetti riserverà il futuro. Nel mezzo, però, ci sarà una grande festa.

1423