05-02-2019 ore 19:01 | Cronaca - Cremona
di Riccardo Cremonesi

Cremona, camera penale. Stato di agitazione per “la riduzione dell'orario delle cancellerie”

La camera penale di Cremona e Crema ha indetto lo sciopero per "la riduzione dell'orario di accesso alle cancellerie". lo stato di agitazione è stato deciso oggi, dopo la riunione del consiglio direttivo in via straordinaria, a seguito del provvedimento adottato dal presidente del tribunale di Cremona con cui viene ulteriormente ridotto l'orario di accesso alle cancellerie, anche penali, limitando l'accesso ad una sola ora al giorno.

Le motivazioni
Alla base della decisione “la situazione di estrema gravità in cui versano gli Uffici giudiziari del tribunale a causa della carenza di personale, situazione nota da anni che ha oramai assunto i caratteri della cronicità, dell'insostenibilità e che non può evidentemente essere risolta con il ricorso a provvedimenti emergenziali, privi di termine, assunti senza previo confronto con l'avvocatura. I problemi organizzativi non possono e non debbono tradursi in una ulteriore limitazione all'accesso per gli utenti, cittadini e avvocati, che l'ulteriore riduzione dell'orario di accesso alle cancellerie incide anche sul diritto al pieno svolgimento delle attività difensive”. La Camera penale di Cremona e Crema “si riserva di intraprendere ogni ulteriore iniziativa di contrasto, non escluso il ricorso alla proclamazione dell'astensione dalle udienze, riservando ogni ulteriore decisione all'esito dell'incontro che si avrà con il presidente del tribunale il prossimo 12 febbraio”.

7
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato