04-06-2022 ore 10:33 | Cronaca - Crema
di Gloria Giavaldi

RigenerAzioni, al san Domenico lo sguardo giovane del Munari per l'area degli Stalloni

Dalla fotografia ai progetti di recupero, passando per le riflessioni tra passato e presente fino alla sezione di grafica e video. È uno sguardo a tutto tondo quello proposto dagli studenti dell’istituto scolastico Munari di Crema nella mostra che aprirà i battenti oggi, sabato 4 giugno (ore 18.30) presso la galleria Arteatro della Fondazione san Domenico. Al centro dell’attenzione le idee dei giovani sul complesso degli ex Stalloni. L’esposizione, dal titolo RigenerAzioni, sarà visitabile nei seguenti orari: dal martedì al sabato dalle 16 alle 18, la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18. Ingresso libero.

 

L'iniziativa

Il progetto si inserisce all’interno di un percorso che pone le sue radici nel passato ma che è proiettato verso il futuro, attraverso una serie di elaborati realizzati principalmente in gruppo e con approfondimenti diversi a seconda degli indirizzi presenti nella scuola. Questo lo spirito che ha portato gli studenti a valutare, tra le altre cose, anche la centralità della figura del cavallo tra ieri, oggi e domani. Alcuni pensano al futuro immaginando un parziale cambio di destinazione d’uso dell’area: “da Cittadella della cultura e dei diritti a Centro di cura per l’Alzheimer, dalla creazione di spazi conviviali legati al cibo e all’arte a funzioni che fanno del tema del verde e della sostenibilità il loro filo conduttore, all’esigenza di creare luoghi per gli studenti, al prendersi cura di persone in condizioni di fragilità. I progetti si sono evoluti rispettando e mantenendo il preesistente, sempre pensando ad una maggiore apertura del luogo nei confronti della città”. Tantissime le classi coinvolte: c’è chi si è occupato della grafica e della comunicazione, chi ha pensato alla parte video, suggerendo anche una riflessione più alta, chi con l’obiettivo della macchina fotografica ha focalizzato l’attenzione sui dettagli. Di certo, lo sguardo che ne deriva è giovane. Perché anche i giovani possono dire e soprattutto fare qualcosa per i luoghi storici della città.

 

Contributo giovane

Lo ha ben chiarito il dirigente dell’istituto Munari Pierluigi Tadi: “La mostra RigenerAzioni ci racconta di come gli studenti dell’istituto Munari di Crema abbiano lavorato in sinergia per parlare di un luogo interno alla città, celato alla vista, ma ricco di storia e molto amato dai cremaschi. Attraverso la produzione di elaborati grafici, installazioni, immagini fotografiche e video, i ragazzi hanno esplorato i temi della tutela del patrimonio storico, architettonico e paesaggistico, oltre a quello della rigenerazione urbana che si amplia al contesto sociale, culturale e personale di ogni individuo”. Per il presidente della Fondazione san Domenico Giuseppe Strada “è sempre curioso e stimolante osservare la realtà con gli occhi di giovani studenti. La Fondazione è lieta di accogliere questa mostra che ci terrà compagnia fino al 12 giugno e offrirà spunti interessanti anche a chi in futuro dovrà impegnarsi per restituire un luogo così importante alla città. A partire dalla consapevolezza che i tempi cambiano e con essi anche le esigenze della collettività. Di certo, il talento di questi studenti può essere un ottimo spunto per guardare la realtà con occhi diversi, sicuramente proiettati al domani”.

1549