02-06-2019 ore 10:33 | Cronaca - Crema
di Andrea Aiolfi

Girls Code it Better: Ombriano, innovazione e informatica s'imparano col metodo Lepida

Diciassette ragazze delle classi prima e seconda della scuola secondaria di primo grado Claudio Abbado di Ombriano, insieme al coach maker Diego Iannì della ditta Stampa3dcrema e la professoressa Maria Luisa Zuffetti, hanno lavorato ad un progetto di avvicinamento alle discipline scientifico-tecnologiche indicate anche come Stem, inserito nella rete nazionale Girls Code it Better.


La realizzazione dei plastici

Il progetto ha portato all’utilizzo della stampante 3D per la creazione di due plastici che aiuteranno ad orientarsi nella scuola. Sono state anche ideate e realizzate anche delle targhe da appendere alle porte delle principali aule per semplificarne il riconoscimento. Come sottolineato dalla professoressa Maria Luisa Zuffetti “dall’idea al prodotto finale tutto è stato realizzato dalle ragazze in pomeriggi extra scolastici appositamente dedicati a questa attività”.


 

Spunti per il futuro

Il primo avvicinamento all'informatica e all'innovazione è avvenuto col metodo Lepida, declinato in quattro momenti: l'ideazione di un prodotto, la pianificazione delle attività per realizzarlo, la relativa esecuzione e la presentazione finale. In allegato un video di presentazione del progetto, realizzato interamente dalle studentesse.

402
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi