01-08-2013 ore 10:14 | Cultura - Teatro
di Paola Adenti

Stagione 2013/2014: prosa, danza, musica. Novità, ospiti e due tipologie di abbonamento per il teatro San Domenico

Nonostante il periodo estivo e il caldo, la direzione artistica e la Fondazione S. Domenico stanno lavorando alacremente per definire gli ultimi appuntamenti della prossima stagione teatrale. Durante la conferenza stampa di ieri, il direttore artistico Enrico Coffetti, affiancato da Ombretta Cè ed Elisa Marinoni in rappresentanza della Fondazione, ha illustrato alcune novità in cartellone.

"Classic" e "Tutto Teatro"
Queste le denominazioni delle due tipologie di abbonamento presenti da quest'anno in stagione. "Classic" comprende un carnet composto da otto spettacoli mentre "Tutto Teatro" ne conta dieci ad un prezzo conveniente. "Nessun aumento - ha sottolineato Ombretta Cè - per il costo degli abbonamenti e due possibilità per rispondere ad una crisi di pubblico e di valori". "È con estrema soddisfazione - ha illustrato Enrico Coffetti - che presentiamo queste anticipazioni. Non solo prosa per gli abbonati, ma un bilanciamento di proposte che spaziano fra più generi per un pubblico dalle esigenze variegate. Sarà una stagione dal livello apprezzabile e alla pari con teatri più blasonati. La Fondazione è viva, attiva, propositiva e cerca di portare avanti la strada tracciata apportando miglioramenti". Anche Elisa Marinoni, a nome del consiglio di amministrazione, ed uno scritto del presidente Giovanni Marotta esprimono soddisfazione per le scelte compiute.

Le proposte
Spettacoli importanti a livello nazionale ed internazionale calcheranno il palco del teatro a partire da sabato 9 novembre. Sarà un concerto in prima nazionale ad aprire la prossima stagione prima di intraprendere un tour internazionale. "Néant, articolazioni sonore dell'assenza" è un concerto dal sapore jazz e dai contenuti filosofici, affidato al Maestro Mario Piacentini insieme a Gianluigi Trovesi e ad altri importanti nomi del jazz italiano. Ospiti di Crema saranno attori ed attrici noti al grande pubblico come Luca Barbareschi e Franco Branciaroli rispettivamente ne "Il discorso del re", il 9 dicembre, e il classico ever green "Servo di scena", il 21 marzo. Grande prova d'attrice il 21 febbraio per Stefania Rocca che interpreterà, in "Ricorda con rabbia", una donna prima vilipesa poi ribelle. A Crema anche Giuseppe Pambieri l'8 aprile in "La coscienza di Zeno" con la prestigiosa regia di Maurizio Scaparro. Approccio alla scena innovativo con il Teatro delle Albe che il 6 maggio ripercorrerà in "Pantani" il caso del ciclista di Cesenatico.

Cabaret, danza e carnet completo
Anche il cabaret in carnet il 5 febbraio con Nini Salerno, Mauro di Francesco, Diego Abatantuono in "Vengo a prenderti stasera". Il danzatore Roberto Castello, ospite in passato delle stagioni teatrali a Romanengo dove ha condotto stage aperti al pubblico, presenterà le sue coreografie in "Futura", il 27 marzo, con il Balletto di Roma in un omaggio a Lucio Dalla. A completamento di "Tutto Teatro" "Dorian Gray" il 19 ottobre con il Teatro Stabile di Calabria e la verdiana "Traviata" il 26 gennaio con il Balletto Artemis in un appuntamento pomeridiano. Una stagione ricca di proposte diversificate perchè, afferma concludendo Enrico Coffetti "...il teatro è un mondo grande aperto a tutti".
Oggi al cinema