12-05-2013 ore 12:30 | Politica - Crema
di Andrea Galvani

Crema. Agazzi: "la città è impoverita, continua a perdere servizi, ma i ragazzi della Giunta comunale ed il sindaco paiono rassegnati"

Secondo il capogruppo di Servire il cittadino, Antonio Agazzi, "Crema è impoverita" e "la sua amministrazione comunale, il suo sindaco paiono rassegnati. Sono adeguati i ragazzi della Giunta di Crema a svolgere un compito così importante, in una fase così cruciale?" chiede Agazzi.

I mali di Crema
L'esponente di minoranza in consiglio comunale snocciola i mali dell'attualità cremasca: "il rischio incombente della perdita di autonomia dell'Azienda Ospedaliera di Crema, quello da tempo in atto di accorpamento a Cremona di Tribunale e Procura della Repubblica di Crema, il venir meno del presidio fisico della Stazione FS cittadina, in condizione di evidente abbandono, come la tratta Cremona-Crema-Treviglio-Milano. Sono tutte questioni che io affronto non da ora: lo dimostrano interrogazioni e mozioni che ho protocollato e portato a trattazione in Consiglio Comunale, nei mesi scorsi".

Rassegnazione
"Tuttavia - approfondisce l'ex presidente del consiglio comunale - Crema, la sua amministrazione comunale, il suo sindaco paiono rassegnati. Non si attiva un tavolo politico che coinvolga i parlamentari, i consiglieri regionali e che si ponga l'obiettivo di attivare strategie e relazioni utili a fermare il declino".

La fase cruciale
Agazzi arriva al punto: "sono adeguati i ragazzi della Giunta di Crema a svolgere un compito così importante, in una fase così cruciale? Parlamentari e consiglieri regionali, inoltre, sono stati eletti per che cosa se non per rappresentare e tutelare il territorio? Perché il sindaco di Crema non li tallona?".
86
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi