27-07-2017 ore 16:43 | Sport - Calcio
di Tiziano Guerini

Pergolettese, primo raduno al Bertolotti. Intervista a Cesare Fogliazza

La Pergolettese, al gran completo di tutti i propri giocatori, ha iniziato l'avventura del nuovo campionato oggi, giovedì 27 luglio, con il primo raduno come di consueto nel verde del Centro sportivo "Bertolotti" di Santa Maria della Croce. Consegna del materiale sportivo a tutti i 29 convocati, discorso di saluto dell'amministratore delegato Cesare Fogliazza, e primi movimenti in campo con la palla: palleggi, partitella, corsa. Al Bertolotti si svolgerà tutto il periodo di preparazione al campionato che avrà inizio domenica 3 settembre. Pochi affezionati tifosi in tribuna, curiosi di incominciare a conoscere i volti della dozzina di nuovi arrivati fra le fila dei gialloblù: non pochi se si considera che sono quasi tutti destinati ad entrare fra i titolari della prima squadra.

 

I saluti ed il commento di Cesare Fogliazza

Dopo aver assistito con attenzione ai primi movimenti dei giocatori, e dopo aver a lungo parlato con l'allenatore Pierpaolo Curti che ha diretto tutte le operazioni, l'amministratore delegato Cesare Fogliazza (entrambi nell'immagine a lato) si concede alla stampa per una prima intervista.

 

Si ritiene soddisfatto dei movimenti in entrata e in uscita della squadra?

"In generale abbiamo tenuto i giocatori che l'allenatore voleva, e abbiamo rafforzato la squadra, sempre, per quanto possibile, seguendo le sue indicazioni; credo che abbiamo fatto un buon lavoro e che abbiamo allestito una squadra competitiva per la categoria".

 

Squadra completa, allora?

"Al 98% perché ci mancano due elementi per i quali ci stiamo impegnando: un secondo giovane portiere e un esperto difensore centrale; per gli altri reparti, centrocampo ed attacco siamo a posto".

 

Qualche rimpianto per la cessione di qualche giocatore?

"Qualche bravo giocatore è andato via, ma questo è il destino delle squadre della nostra categoria: se si verifica l'occasione bisogna favorire l'opportunità per un giovane di migliorare la propria carriera calcistica: è stato il caso, ad esempio, di Riceputi chiesto dal Sassuolo, una squadra di serie A".

 

Ha rivolto un saluto ai giocatori: che cosa hai detto?

"Niente di particolare: ho dato loro il benvenuto in una squadra che lo scorso campionato ha saputo raggiungere il terzo posto in classifica e che quindi quest'anno, se si vuole fare meglio, bisognerà lottare per il primato. Avversarie permettendo. Ho detto loro che la piazza di Crema è competente ed esigente, e che il derby con il Crema sarà il sale del campionato: per noi, con i nostri calorosi tifosi, sarà l'occasione per giocare "in casa" una partita in più!".