27-07-2016 ore 13:32 | Sport - Motori
di Federico Feola

Successo per il Sissi Racing nel Regionale enduro a Ponte Nizza. Vittorie per Capoferri, Rocchi, Aresi e Malanchini

Quinta prova per il campionato Regionale Enduro: ad ospitare l’evento questa volta è stato un piccolo paese dell’Oltrepò pavese, Ponte Nizza. Al via 200 piloti per darsi battaglia sui circa 150 chilometri della competizione, suddivisa in tre giri con due prove speciali a giro. Proprio queste ultime sono state determinanti per stabilire le classifiche della giornata. La prima speciale era un bel prato fettucciato con contropendenze molto impegnative, dove però i distacchi fra i migliori piloti erano nell’ordine di pochi secondi; la seconda una prova in linea, velocissima e lunga, ed è qui i distacchi si sono rivelati determinanti per sancire i verdetti di giornata.

 

I risultati
A salire sul gradino più alto del podio nella classe 125 Cadetti è stato ancora una volta il giovanissimo Alberto Capoferri del team cremasco Sissi Racing , che ha portato la sua Ktm 125 a precedere il suo grande rivale Piccina su Husqvarna. Ora Capoferri guida la classifica del campionato, ma mancano ancora ben quattro prove, fra cui una, l’ultima, proprio a Crema il 30 ottobre. Nella classe E1 Junior vittoria di Rocchi su Suzuki 250 4 tempi che ha approfittato della rovinosa caduta del leader del campionato, Patrick Grigis, anche lui del team cremasco, costretto a cambiare il manubrio della sua motocicletta classificandosi alla fine sesto, rimanendo leader del campionato. Anche nella classe E2 Junior dominio dei piloti del team cremasco con la vittoria di Federico Aresi su Ktm 250 2 tempi e il secondo posto di Fabio Volpi su Ktm 350 4 tempi.

 

Malanchini dominatore
Ancora un pilota Sissi Racing a dominare nella E3 junior. Si tratta di Robert Malanchini , vero dominatore della categoria, avendo portato la sua Ktm 300 davanti a tutti in tutte le quattro gare fin qui disputate. Fra i Senior bruciante sconfitta per Mauro Zucca, Ktm 125 team Sissi Racing, che perde la gara ad opera del velocissimo comasco Tacchini su Honda 250 4 tempi. Nonostante la sconfitta Zucca rimane in testa al campionato, anche se con un solo punto di vantaggio sul comasco. Il prossimo week end vedrà impegnato Emanuele Facchetti, pilota di punta del team cremasco, che dopo la buona prova al campionato del mondo a Fabriano, cercherà di migliorare la sua classifica nel campionato europeo (sesto in classifica) correndo in Lettonia la terza prova del campionato.