26-01-2018 ore 16:49 | Sport - Basket
di Federico Feola

Tec-Mar Crema. Al PalaCremonesi vittoria sofferta contro Marghera per 65-57

Prima gara del girone del ritorno per la Tec-Mar Crema e successo contro un ottimo Marghera. Le ragazze di coach Sguaizer hanno dimostrato di valere ben oltre la propria posizione in classifica dando fondo al proprio carattere per venire a capo di una partita complicata e difficile.

 

La partita
In avvio di gara le ospiti sono brave a capitalizzare al meglio le difficoltà incontrate da Caccialanza e compagne, chiudendo i primi 10’ sul 22-16 a proprio favore. Vantaggio incrementato fino ad un importante +14 a metà del secondo periodo, campanello d’allarme preoccupante che ha richiesto una immediata reazione da parte del Basket Team bravo a non perdere la testa. Dopo la pausa lunga, le cremasche reagiscono riaprendo i giochi con ancora 20’ sul cronometro. Nonostante Marghera sia riuscita ancora ad andare avanti in doppia subendo però un contro break che di fatto a rimandato all’ultimo periodo e nei 10’ finali il verdetto definitivo. Per 5’ il tabellone ha premiato ancora le ospiti che però non sono riuscite a mantenere il vantaggio fino a subire l’aggancio ed il primo sorpasso sul 56-54. La gara passano di mano alle azzurre, determinate e lucide al punto tale di poter condurre in porto e a proprio favore la contesa, chiudendo il punteggio a 65-57. Domani, 27 gennaio, alle ore 21 la sfida in trasferta contro Albino.

 

La forza di compattarsi
“Sapevamo che non sarebbe stata facile – commenta il dirigente Luciano Denti - ma alla fine il carattere e la voglia di tornare al successo dopo la brutta prova a Villafranca ha premiato le nostre ragazze. Faccio i complimenti a Marghera che può contare oltre che su giocatrici di grande esperienza e qualità su un gruppo di giovani tra i più interessanti a livello nazionale. Ma allo stesso tempo lo faccio alla nostra squadra che pur dovendo ancora affrontare una gara non al meglio, ha saputo trovare la forza di compattarsi e di superare le difficoltà che questa gara ci ha presentato. Ci prendiamo i due punti ma con la consapevolezza che dovremo affrontare tutte le partite, senza guardare alla classifica delle avversarie, ma solo a cercare di dare il massimo per migliorare la nostra. Con il rientro di Gilda Cerri e il recupero che ci auguriamo imminente di Tina Benic, dopo 16 gare, potremmo ritrovare il nostro organico al completo e sono certo che se la sfortuna ci lascerà un po' in pace”.

Oggi al cinema