21-02-2017 ore 13:05 | Sport - Rugby
di Stefano Zaninelli

Rugby. Crema resiste: battuto il Valle Camonica. Asserragliato il secondo posto

Vittoria doveva essere e vittoria è stata: il Crema Rugby incassa un altro successo e consolida il secondo posto in classifica. A farne le spese – in un match avvincente e mai scontato, nervoso al punto da costringere il signor Alieh a comminare ben 4 cartellini gialli – la formazione ospite Valle Camonica, che di fronte al grande pubblico sugli spalti di via Toffetti si piega all’ultimo minuto alla compagine neroverde. Il Quindici cremasco mantiene l’imbattibilità sul campo amico e conquista un importante risultato nella corsa alla promozione. Ma veniamo alla cronaca del match.

 

Il primo tempo

Il Crema si presenta sul rettangolo verde più determinata che mai. Il piazzato di Locatelli (nella foto a lato) da distanza siderale manda in visibilio il pubblico già al primo minuto. Nove minuti più tardi è la volta di Loda, che rifinisce una grande azione corale schiacciando l’ovale in meta – trasformata da Fusar Poli per un parziale da 10 a 0. L’orgoglio dei valligiani trova concretezza una manciata di minuti più tardi, quando Cominelli apre la rimonta con un calcio piazzato. Al ventiquattresimo è la volta di Valle, che manda in meta la formazione ospite e lascia ad Abondio l’onere della trasformazione. È ancora Cominelli, al trentesimo, a segnare l’avanzata: suo il calcio piazzato che stabilizza il punteggio sul 13-10 ai danni dei cremaschi.

Al ritorno dagli spogliatoi, non basta al Crema una grande ripartenza: allo scoccare del primo quarto d’ora del secondo tempo Valle torna in meta e Pedersoli fa il resto: Valle Camonica 20, Crema 10. Poi, il giro di giostra. Il Quindici cremasco ingrana e schiaccia gli ospiti nella loro metà campo. La superiorità è netta, sia nelle fasi statiche che in campo aperto. E al ventisettesimo arrivano anche i risultati: sostenuto dai compagni, Grana (foto a sinistra) schiaccia l’ovale in meta. È il ventisettesimo minuto e il tabellone recita il 15-18. La Maginot degli avversari subisce l’avanzata dei neroverdi, che lottando sulla linea dei 22 metri strappano un piazzato a 5 minuti dalla fine del secondo tempo: il piede di Fusar Poli non trema: è pareggio. Ai cremaschi non basterebbe, e lo sanno. La fatica è tanta, ma quello che manca alle gambe lo compensano con la grinta, e a tempo scaduto si presenta l’occasione d’oro: un fallo della Valle Camonica dà l’opportunità a Fusar Poli di bucare l’Acca. Dagli spalti e sul campo nessuno fiata. C’è attesa per l’azione che deciderà le sorti della partira. L’ovale si alza da terra e disegna l’arcobaleno tra i pali avversari: è il 21-8 finale, per la gioia dei cremaschi e dei supporters.

 

La classifica

Orobic 46; Crema Rugby 44; Valle Camonica 40; Franciacorta 37; Casalmaggiore 34; Chiese 26; Bergamo 20; Codogno 19; Cus Brescia 6; Cremona 3.

 

Le formazioni

Crema Rugby: Loda (15° 2T Scaglia), Bissa, Crotti A., Locatelli, Fusar Poli, Capelli, Manclossi, Crotti P., Cella, Cremonesi F., Libutti (29° 2T Foglio), Forsio, Salini(29° 2T Fontanella), Grana, Malvicini. Allenatore: Forte.
Valle Camonica: Bardella, Rizzardi, Pedersoli E., Franzini, Franzoni, Cominelli, Faccanoni, Selimovic, Pedersoli G.,Stocchetti, Abondio, Cominotti, Bontempi, Domeneghini, Gelmini. Allenatore: Romano.