18-06-2017 ore 13:16 | Sport - Calcio
di Tiziano Guerini

Crema, trofeo Angelo Dossena. La Cremonese si aggiudica la 41ª edizione

La Cremonese vince il Trofeo Dossena per la terza volta della sua storia lunga 41 anni, dopo le vittorie del 1984 e del 2015, stavolta contro una buona Atalanta che ha dovuto arrendersi di fronte alla maggiore determinazione dei grigiorossi. La partita della finale è stata un confronto dai due volti: manovriera a centrocampo e bloccata in avanti nel primo tempo, quanto arrembante e con rapidi cambi di fronte nel secondo tempo. Merito dei due gol: quello della Cremonese, come un lampo improvviso a due minuti dal termine del primo tempo, e la risposta a due minuti dall'inizio del secondo tempo, da parte dell'Atalanta. Questi due gol hanno acceso un confronto fino ad allora un poco spento.

 

Un primo tempo di studio e d'attesa

Grigiorossi e nerazzurri si affrontano con reciproco rispetto ma anche con un assetto tattico abbastanza diverso: la Cremonese privilegia il gioco a centrocampo badando molto al possesso palla anche a costo di rallentare la manovra; l'Atalanta gioca in velocità cercando quando può di sorprendere un centrocampo e una difesa avversaria peraltro molto attenta. Il risultato è che le due squadre si annullano, facendo molto gioco senza frutto. Il primo calcio d'angolo si vede dopo una buona mezz'ora! Ci sarebbe una buona occasione da rete al 32° per Zambataro, il più talentuoso dei nerazzurri, che però da buona posizione spreca alto di testa. Tre minuti dopo il gol improvviso della Cremonese: su palla messa veloce in area da Peri, è lesto Viola a deviare in spaccata in rete.

 

Molte emozioni nella ripresa

L'Atalanta ritorna in campo dopo l'intervallo con grande grinta e determinazione e trova subito il gol del pareggio con Zambataro bravo a destreggiarsi in area su centro di Del Prato. Ma il pareggio, invece di tranquillizzare le squadre, ne accende ancor di più il confronto: ora entrambe vogliono vincere e le azioni sono veloci e spesso finalizzate, mettendo a dura prova entrambi i portieri. Al 9° da Bertolotti a Viola che tira di prima intenzione, ma l'estremo difensore atalantino Vidovsek si oppone efficacemente. Due tentativi nerazzurri di Villani prima e di Mazzocchi poi, entrambi ben parati da Rossi, precedono di poco il rigore a favore della Cremonese che deciderà la gara: al 22° fallo in area di Zanoni su Guindani; l'allenatore grigiorosso Gatti chiede l'ingresso in campo di Sonzogni per sostituire lo stesso Viola, con il compito di tirare il rigore; è bravo Sonzogni a spiazzare il portiere avversario. L'Atalanta non ci sta' e cerca il forsing. Tiro improvviso di Zambataro che Rossi è bravo a deviare sulla traversa. Gli attacchi atalantini sono insistenti ma senza essere veramente pericolosi, mentre la Cremonese gioca di rimessa pur senza riuscire a tener molto la palla. La partita finisce con una tripla mischia, durante il recupero, nell'area della Cremonese senza che l'Atalanta possa evitare la sconfitta.

Premiazioni per tutti e soddisfazione degli organizzatori

Si chiude la 41ª edizione del trofeo Angelo Dossena. Una edizione che ha potuto svolgersi all'insegna del bel tempo - se si esclude la serata di mercoledì - e che quindi ha visto un'ottima affluenza di pubblico. Tutte le otto squadre si sono dimostrate preparate e desiderose di vincere, dando vita a confronti serrati e piacevoli. Alla fine grande è stata la soddisfazione degli organizzatori in particolare con il presidente del Comitato organizzatore Angelo Sacchi che ha invitato tutti alla edizione del prossimo anno.