17-10-2016 ore 18:51 | Sport - Associazioni
di Tiziano Guerini

Crema. Partecipato congresso della nazionale dei medici dello sport. Della Frera: “gli ospiti hanno ammirato la città”

“Soddisfatto ed orgoglioso; questo convegno non si sarebbe mai fatto a Crema se non ci fosse stata la nomina di Città europea dello sport. Nel corso della giornata sono state presentate novità scientifiche importanti per il nostro lavoro. Ad incorniciare l’evento il fatto che gli ospiti abbiano avuto modo di visitare e apprezzare la città di Crema: anche questo è importante”. Così Walter Della Frera, al termine de Il muscolo nel pallone, l’importante congresso organizzato al teatro san Domenico da La.Mi.Ca, ovvero la libera associazione nazionale dei medici calcio. Molti i volti noti, a partire da Fabio Picozzi, presidente della Federazione Internazionale medici dello sport e dal presidente dell’associazione Enrico Castellacci - medico della Nazionale italiana di calcio, affiancato, tra gli altri da Rodolfo Tavana del Milan, Pietro Gatto del Genoa, Piero Volpi dell'Inter, Gianni Nanni del Bologna, Alfonso De Nicola del Napoli. Presente anche Giuseppe Capua presidente della Commissione nazionale di vigilanza doping del Ministero.

 

Prevenire, diagnosticare, riabilitare

Il congresso si è articolato in comunicazioni e tavole rotonde che hanno approfondito il tema delle lesioni muscolari - che costituiscono il 30% di tutti gli infortuni dei calciatori - sia dal punto di vista della prevenzione, della diagnostica e delle successive fasi riabilitative. Particolare attenzione è stata posta al tema delle recidive, spesso legate ad un’accelerazione dei tempi di rientro in squadra del giocatore infortunato. Quali le motivazioni? La pressione dei dirigenti, dei tifosi e spesso degli stessi giocatori.