16-07-2017 ore 19:34 | Sport - Motori
di Federico Feola

Milano Taranto, la soddisfazione dei cremaschi giunti al traguardo. Francesco Fiorini primo nella categoria 350 Sport

Ormai si sono spenti i motori ma rimane il bello del viaggio, della scoperta di posti "nascosti" e sorprendenti, dell'avventura e della sfida. Se c'è insomma una competizione in cui il bello non è vincere, ma partecipare, si tratta proprio della Milano-Taranto. Dei vincitori, comunque, ci sono anche per questa edizione della maratona per moto d'epoca che ha visto partecipare 208 concorrenti provenienti da 14 nazioni, 1.700 chilometri percorsi, 28 fermate che hanno interessato sette regioni (Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Molise, Basilicata e Puglia): questi i numeri della Mita 2017 che, anche quest'anno, ha potuto contare su Eicma come partner istituzionale.

La compagine cremasca
Tutti e 7 i cremaschi sono arrivati a destinazione. Tra questi Francesco Fiorini ha vinto nella categoria 350cc Sport in sella alla sua Aermacchi Tv 350 Gt del 1972 mentre il figlio Marco si è classificato secondo nella 250cc Sport con una Aermacchi 250 Ala blu Gt del '70. Invece Adriano Assandri, in sella ad una Gilera Nettuno 250 del 1948, si è posizionato quarto nella 250cc Storiche. Infine nella categoria 175cc Storiche terzo posto per Luciano Carata, in sella ad una Gilera 150 sport del 1953, seguito da Gian Luigi Saerri.