14-10-2016 ore 11:50 | Sport - Tennis
di Federico Feola

Tennis club Crema, domenica al via il campionato. Il presidente Stefano Agostino: “puntiamo alla semifinale scudetto”

Da domenica 16 ottobre prende il via la Serie A1, competizione che non solo torna a bussare alle porte del Tennis Club Crema, ma che vede addirittura i lombardi a caccia di un posto nelle semifinali scudetto. Lo testimonia una formazione che già era di spessore dodici mesi fa, ed è diventata ancora più temibile grazie all’innesto di un giocatore del calibro di Andrey Golubev, 29 anni kazako cresciuto in Piemonte è numero 230 del mondo, ma qualche anno fa è stato 33° posto.

 

Il gruppo
Per questo andrà ad aggiungere un punto di forza importante ai soliti noti, da Adrian Ungur e Matteo Donati fino al gruppo di giovani composto da Alessandro Coppini, Filippo Mora e Mattia Frinzi, passando per le tre bandiere del circolo: il veterano Giuseppe Menga, Nicola Remedi e Davide Melchiorre. Volti che ormai la Serie A1 la conoscono come le proprie tasche, tanto da guardare con fiducia al Girone 4, dove i cremaschi accompagnano il neopromosso Circolo Tennis Massa Lombarda e due formazioni salve nel 2015 grazie ai play-out: Due Ponti Ssd (Roma) che affronteranno domenica in casa e la Tc Sinalunga (Siena). I più temibili dovrebbero essere proprio i ragazzi della new entry ravennate, a patto che insieme ai due elementi del vivaio riescano a schierare con continuità due fra Fabbiano, Menendez, Napolitano e Travaglia. I romagnoli si presenteranno a Crema domenica 30 ottobre, per la terza giornata, mentre i primi a saggiare la terra rossa di via del Fante, domenica 16 dalle ore 10, saranno i romani del Due Ponti Ssd, che possono contare sull’ex top30 azzurro Potito Starace.

 

Squadra di alto livello
Il terzo impegno casalingo del Tc Crema, che grazie allo splendido Pala-tennis da circa 400 posti può contare su uno degli impianti più importanti dell’intero campionato, sarà il 13 novembre contro il Tc Sinalunga, che pare il team meno attrezzato del girone. La formula del campionato è rimasta invariata rispetto agli anni scorsi: quattro gironi da altrettante squadre, con formula di andata e ritorno. La migliore accede alle semifinali. In programma 4 singolari e 2 doppi per ogni incontro. “Stiamo vivendo l’attesa con trepidazione - ha detto Stefano Agostino, presidente del Tc Crema - e ogni domenica da qui a fine novembre sarà una battaglia. Cercheremo di dare il massimo per onorare la Serie A1, sicuri di aver costruito una squadra di alto livello e grande affidabilità. Mentirei se dicessi che non puntiamo a un risultato importante”.