13-09-2017 ore 12:27 | Sport - Motori
di Gianni Carrolli

Imola. Campionato Gran Turismo, la pioggia la fa da padrona: Perolini in sesta posizione

Sesto posto sul circuito di Imola per il cremasco Pietro Perolini assieme al compagno Pietro Negra, dopo il piazzamento in quinta posizione sabato pomeriggio. Nel quinto dei sette appuntamenti del campionato italiano Gran Turismo il team Antonelli Motorsport festeggia. Sul tracciato di Imola festeggia la coppia Riccardo Agostini e Daniel Zampieri nella categoria Super GT3 Pro. Ottima la gara di Zampieri: capitalizza il balzo iniziale dalla seconda fila lasciando il volante al compagno di squadra mentre si trovava al comando. Nelle fasi finali un contatto ha fatto sfumare il sogno del primo posto ad Agostini, ma con ancora quattro gare da disputare – a solo 9 punti dalla vetta – la gara è più aperta che mai.

 

Tra imprevisti e difficoltà

Tra i non Pro, meno fortunato il duo Lorenzo Veglia e il nuovo entrato Kikko Galbiati: a sei tornate dalla fine, la vettura di Veglia è costretta a ritirarsi a seguito della rottura di una sospensione causata dal passaggio sul cordolo della variante alta. Meglio, ma non senza difficoltà, la gara di Matteo Desideri e Piero Necchi, che hanno concluso quarti con la loro Lamborghini Huracán Super Trofeo. La pista umida e l’intervento di ben tre safety car hanno imposto un cambio di strategia verso un’impostazione più prudente, in una corsa resa già difficile dalle condizioni del tracciato.

 

Verso il sesto turno

Dopo il secondo posto in Gara 1, l’inedita coppia Paolo Ruberti e Yuki Harata festeggia un quinto piazzamento di tutto rispetto. Appena dietro, le vetture di Perolini e Negra e di Karol Basz e Kasai Takashi. Non ha gareggiato, invece, lo statunitense Ryan Hardwick, che dopo il piazzamento in ottava posizione in Gara 1 ha preferito prendere il primo volo disponibile per rientrare in America ed evitare di rimanere bloccato dall'uragano Irma. Il penultimo appuntamento con il campionato Gran Turismo si svolgerà il 23 e 24 settembre sul tracciato romano di Vallelunga.