13-01-2018 ore 20:17 | Sport - Basket
di Federico Feola

Pallacanestro Crema, domenica la sfida con Desio. Rosanero senza Peroni e Molteni

Domenica, alle ore 18, la Pallacanestro Crema affronterà tra le mura del PalaCremonesi l'Aurora Desio 94. Le due società si sono incontrate in moltissime occasioni negli ultimi 10 anni, tra serie C e serie B, giocandosi le posizioni di testa della C, incontrandosi ai playoff e lottando per la salvezza in B. Le due squadre si affronteranno in una posizione di classifica abbastanza tranquilla, con i ragazzi di Salieri che si godono l'aria rarefatta dell'alta classifica e quelli di Frates che hanno sterzato dopo un inizio difficile, assaporando la possibilità di un piazzamento playoff.

 

Gli avversari
I brianzoli hanno anche battuto uno squadrone come Lecco, un successo che conferma il loro cambio di passo rispetto all’inizio del campionato. Dopo un avvio pessimo con cinque sconfitte in altrettante gare, Desio ha rialzato la testa vincendo sette degli ultimi dieci incontri, prima di scontrarsi con Piacenza, risultati che hanno permesso loro di arrivare a ridosso della zona play off.
Merito di questo cambio di marcia è soprattutto dell’allenatore Fabrizio Frates. Il punto di forza di Desio è la difesa, che con soltanto 69 punti di media concessi a partita, riesce a sopperire ai soli 66 punti realizzati (soltanto Reggio Emilia nel girone segna di meno). I senior sono il playmaker Fumagalli, miglior realizzatore dei suoi con 15.8 punti di media, arrivato da Lecco, l’ala Fiorito, nella scorsa stagione a Porto Sant’Elpidio in serie B, la guardia Casati, uno dei pochi confermati dalla scorsa stagione, il centro ex Lecc De Paoli, e l’ala Xavier Brown (ex Polisportiva Lierna, C Gold Lombarda), figlio di Mike, primo straniero di Desio negli anni ottanta e giocatore Nba con le canotte dei Chicago Bulls e degli Utah Jazz. Uno dei giocatori più pericolosi di Desio è la guardia Perez, classe 1997 lo scorso anno ad Omegna (serie B), talento cresciuto nei Crabs Rimini, un under davvero di lusso. Gli altri giovani dell’organico sono i confermati Mazzoleni (ala classe 1998), uno dei giovani più interessanti del torneo, il centro Corti (’98), il playmaker Canzi (’99), la guardia Parma (’97) e il centro Torchio (’99). I volti nuovi tra gli under sono Biraghi (’98, ex Libertas Cernusco, C Gold Lombarda) e l’ala Beretta (’99, promosso con Olginate in serie B).

 

Le assenze in casa rosanero
"Quella con Desio è una partita difficile e delicata – commenta coach Salieri - veniamo da una settimana particolarmente sofferta e a ranghi ridotti. Paolin con l'influenza e le assenze per i gravi infortuni di Peroni e Molteni hanno creato una situazione di disagio e di emergenza. Siamo consapevoli che ci aspetta una partita durissima e in salita. Desio è una squadra di valore, fisica, con dieci giocatori ed è in un grande momento di forma. Fumagalli e Mazzoleni hanno tanto talento e punti nelle mani. Sono due punti importanti e dobbiamo fare una grande partita per vincere. Punto forte sul carattere e sull'orgoglio dei miei giocatori per cercare l'impresa". Recuperato negli ultimi giorni Paolin, saranno sicuri assenti del match Peroni e Molteni, infortunatosi al polso della mano sinistra sabato scorso.