12-07-2016 ore 21:10 | Sport - Motori
di Federico Feola

Campionato italiano Enduro, Sissi Racing sempre protagonista

Nuovo appuntamento con il Campionato italiano di Enduro agli under 23 ed ai senior nel piccolo paese di Vesime, al confine fra le province di Asti e Cuneo. Dopo il fango che aveva caratterizzato l’ultima gara di campionato ad Anghiari, stavolta è stato il caldo torrido unito a una grande polvere che ha infastidito non poco i piloti soprattutto lungo il percorso delle prove speciali.

 

Grande partecipazione
Circa 250 piloti al via per i tre giri del percorso di circa 60 chilometri l’uno. Due prove speciali: la prima , un classico “fettucciato “ in un campo di frumento appena tagliato, che sotto il sole rendeva la temperatura al limite della sopportazione, e poi una prova in linea lunga quasi 10 minuti dove purtroppo la polvere rendeva ai piloti quasi impossibile vedere il percorso, creando non poco vantaggio a chi partiva per primo. La Sissi Racing attendeva importanti conferme al buono stato di forma dei suoi piloti e, soprattutto, per capire se ci fossero ancora possibilità per la conquista di qualche titolo. I risultati sono stati veramente eccellenti per il team cremasco, anche se è mancata la soddisfazione della vittoria finale.
 

Facchetti protagonista
Anche questa volta è stato il pilota di punta del team, Emanuele Facchetti, a fare la parte del leone con una gara fantastica, lottando sul filo dei secondi su col suo forte rivale e detentore del titolo italiano assoluto Riccardo Crippa. Ha anche messo la sua Ktm 125 d’avanti al rivale in ben cinque delle sette prove speciali disputate ma alle fine la vittoria è andata al rivale per poco più di tre secondi, rimanendo comunque ancora in lizza per il campionato.

 

Gli altri risultati
Sempre nella under 23, Federico Aresi ha portato la sua Ktm 250 al terzo posto nella classe E2, ottenendo fra l’altro la miglior prestazione assoluta nella prima prova speciale. Sempre nella under 23 un po’ al di sotto delle loro possibilità Patrick Grigis nella classe 250 4 tempi, e Robert Malanchini con la Ktm 300 nella E3, hanno conquistato rispettivamente un sesto e un quarto posto . Fra i senior, invece, due bei podi con Luca Ghislandi nella 125 e soprattutto con Mauro Zucca che ha lottato a lungo per la vittoria portando la sua Ktm 300 a vincere ben tre prove speciali, ma finendo poi terzo nella classe E3. Sempre fra i senior Marco Rossoni si è classificato sesto nella 125. A fare una grande gara è stato poi anche il più giovane del team, Alberto Capoferri, quarto nella combattutissima 125 Cadetti. Anche nella speciale classifica per Team, la squadra cremasca ha perso la vittoria per un solo punto fra i team senior. Appuntamento a sabato e domenica prossima, a Fabriano, per la prova italiana del Campionato Mondiale di Enduro.