11-12-2017 ore 11:36 | Sport - Calcio
di Tiziano Guerini

Pergo, sconfitta pesante contro il Pontisola. A fine partita le dimissioni di mister Lunghi

Contro il Pontisola, la squadra che è al primo posto per realizzazioni, la Pergolettese si arrende subendo un passivo di 3 goal. I gialloblù hanno resistito, sia pure in affanno, fino al 43° del primo tempo, poi nella ripresa cercando il pareggio si sono esposti al contropiede degli avversari soccombendo nettamente. Il Pergo qualche occasione per andare per primo in vantaggio l'ha avuta ma i soliti Poesio e Dragoni hanno dimostrato di saper arrivare in area avversaria ma poi manca loro la freddezza necessaria per il tocco finale vincente. È la controprova che se l'occasione non capita sui piedi di Ferrario, per gli altri andare in goal è molto difficile. Si può forse sperare nei giovani come Morello.

Controllo del gioco e buone occasioni sprecate
Primi venti minuti di gioco con le due squadre che si equivalgono, con prevalenza delle rispettive difese. Al 7° una punizione per il Pontisola consente a Ientile un colpo di testa che risulta alto. Un minuto dopo Poesio si presenta al tiro che risulta però troppo centrale. Al 25° la prima grande opportunità per il Pergo capita a Dragoni servito in area da Ferrario: il facile tiro risulta incredibilmente alto. Al 30° si fa vedere per la prima volta il capocannoniere del Pontisola Recino che anticipa nettamente Leoni con palla fortunatamente a lato. Al 32° la seconda grossa opportunità per il Pergo: stavolta tocca a Poesio lanciato da Manzoni alzare il pallone sopra la traversa. Fatale giunge la punizione: prima al 41° Leoni deve fare un miracolo per impedire la segnatura a Ferreira Pinto; poi al 42° arriva il goal di testa di Recino svelto a colpire su angolo battuto da Pedrocchi.

Secondo tempo velleitario
Secondo le previsioni la ripresa: la Pergolettese sbilanciata in avanti nel giusto tentativo di raddrizzare la partita; il Pontisola maestro nel contropiede. Dopo un bel tiro sfortunato di Poesio, al 17° giunge fatale il raddoppio di Recino che chiude un contropiede colpendo di testa. E poco dopo ancora un contropiede,al 34°, per il terzo goal del Pontisola con Ferreira Pinto. Non rimane, sotto la neve che nel frattempo ha incominciato a cadere, che il goal della bandiera al 46° con un rasoterra del giovane Morello.

 

Le dimissioni di Lunghi
A sorpresa nella intervista di fine partita Tiziano Lunghi che aveva in settimana accettato di dirigere la squadra, ha dichiarato:" Credo che oggi si sia chiuso un ciclo. Personalmente non credo che continuerò a lavorare qui al Pergo". La Società, presa di sorpresa, intende emanare presto un comunicato. 

Oggi al cinema