10-11-2016 ore 13:40 | Sport - Rugby
di Federico Feola

Rugby, Crema deludente a Comun Nuovo. I cremaschi sconfitti dall'Orobic per 18 a 15

Dopo aver anellato tre successi su quattro, perdendo solo contro la capolista, disputando per altro discreti incontri anche se non del tutto convincenti, il Crema Rugby perde inopinatamente a Comun Nuovo col punteggio di 18-15 contro un non  irresistibile Orobic, in una partita atipica e nervosissima. Atipica perché non vi sono state segnature di mete ed i punti sono arrivati solo da calci piazzati nervosa perché le due squadre hanno pensato più a fare falli che a giocare. Il Crema poi ha fatto il resto disputando una partita sotto tono ed ampiamente al di sotto le sue possibilità peccando di presunzione  credendo di avere gioco facile contro i bergamaschi.

La partita
Andati in vantaggio per 9 a 0 grazie a Fusar Poli, autore di tutti i punti nero verdi, i cremaschi credevano di avere già messo la partita in bacheca tanto da adeguarsi ai bassi ritmi dei padroni di casa che piano piano risalivano nel punteggio fino a raggiungere e poi superare la formazione cremasca. La partita poi si è giocata punto a punto, anzi calcio a calcio, fino al forcing finale dei cremaschi che, sotto di tre punti, hanno chiuso nei propri ventidue l'Orobic non riuscendo però a segnare la meta che avrebbe dato la vittoria, rinunciando più volte al calcio del pareggio che avrebbe scontentato entrambe. Ora due settimane di stop per gli impegni della nazionale, poi il derby casalingo con il Cremona il 27 novembre.

La delusione
“Purtroppo ci troviamo davanti ad un'altra sconfitta – commenta la dirigenza cremasca - che ci ha deluso per come è arrivata, confermando che la squadra deve ancora lavorare sodo per poter dimostrare, anche a se stessa, di essere una squadra veramente forte. Le potenzialità le ha, si è visto in diverse occasioni, adesso serve però la continuità di risultato e soprattutto di prestazione. Le sconfitte rimediate ultimamente ci dicono che non c'è la giusta maturità, mentre nel frattempo la vetta si sta allontanando pericolosamente. Da qui in avanti vietati i passi falsi, insomma. Il mirino è puntato sulla sfida che avremo  a gennaio con il Valle, appuntamento a cui dovremo arrivare facendo molto bene nelle tappe di avvicinamento, risolvendo i problemi che si sono palesati in questa prima fase di campionato”.