09-04-2017 ore 20:39 | Sport - Calcio
di Tiziano Guerini

Pergo, vittoria di misura con la Pro Patria. Gialloblù a tre punti dal secondo posto

Una partita avvincente e gratificante per la Pergolettese, con una vittoria, di misura ma meritata, contro una diretta concorrente, la Pro Patria, che è di buon auspicio per i play off che a questo punto sono pressoché sicuri. Pur con assenze importanti, da Manzoni a Tonon, da Ghidini a Rossi, la squadra ha sempre tenuto il campo con una superiorità di gioco che stavolta ha dato i propri frutti. Il difensore centrale Baggi, al rientro dopo una lunga assenza per infortunio, ha giocato in sicurezza una buona partita, mentre Dimas, sempre efficace e concreto, ha potuto firmare la sua settima rete. Ma tutti i giocatori del Pergo sono stati sempre concentrati e attenti nonostante si siano fatti sentire i primi veri caldi. La Pro Patria è apparsa squadra meno concreta del previsto e mai veramente pericolosa in attacco se si eccettuano due o tre occasioni su palla inattiva.

 

Primo tempo con gioco molto intenso ma senza reti

Subito all'8° minuto il Pergo reclama - per il vero senza insistere - un rigore per un fallo su Predabissi che l'arbitro non rileva. All'11° si fa vedere Dimas con una punizione da 30 metri che finisce di poco alta. Poi una mischia al 18° sotto la porta di Leoni dopo un calcio d'angolo e sul rapido capovolgimento di fronte Dimas viene fermato con un fallo; la conseguente punizione manda la palla a Bodini che da buona posizione tira alto. L'attacco del Pergo si fa insistente: prima un ennesimo tiro di Dimas viene respinto fortunosamente, poi una azione insistita di Predabissi con un diagonale basso che per poco non viene deviato in porta da Bodini. Nel minuto di recupero Dimas da buona posizione in area spara fuori. Un buon Pergo a cui è mancato solo il gol.
 

Il Pergo insiste all'attacco e arriva il gol

Il gol arriva presto alla ripresa del gioco: al 6° su palla messa al centro dalla destra di Predabissi, Dimas si trova solo al centro dell'area e può colpire di testa in rete, con il portiere Monzani che tocca la palla inutilmente. La Pro Patria non gioca male a centrocampo ma non riesce a rendersi pericolosa se non con qualche punizione guadagnata dai 30 metri. La più pericolosa arriva all'11° quando la punizione di Gherardi viene toccata di testa da Bortoluz ma il pallone sorvola la traversa. Ancora occasioni per i gialloblù con una pericolosa punizione di Dimas che il portiere devia in angolo; al 24° una punizione ben calciata dal solito Dimas giunge a Predabissi a cui però non riesce la deviazione sottoporta. Al 27° si rivede la Pro Patria in attacco con la solita punizione senza esito. I minuti di recupero vedono ancora il Pergo in attacco.
 

Partita bella e concreta

Ampiamente positivo il commento dell'allenatore gialloblù Tiziano Lunghi: "abbiamo giocato una buona partita riuscendo anche ad essere piu' concreti di altre volte. Finalmente una vittoria contro una diretta concorrente; una vittoria che è certamente più merito nostro che demerito degli avversari". Il pareggio ottenuto dal Ciliverghe sul campo del Monza riavvicina la Pergolettese al secondo posto che ora è a soli tre punti, e lascia spazio alla speranza di un finale di campionato in crescendo. Intanto incombe un nuovo appuntamento con il campionato: giovedì 13 aprile la Pergolettese è attesa a Dro, in Trentino, per un altro incontro importante per mantenere alte le quotazioni della squadra.

PERGOLETTESE - PRO PATRIA 1-0

Reti: s.t. 6' Dimas,

PERGOLETTESE: Leoni, Alborghetti, Riceputi, Xamin, Arpini, Baggi, Boschetti, Piras, Dimas (40' secondo tempo Maietti), Pedrabissi (34' secondo tempo Ibe), Bodini ( 31' secondo tempo Donzelli).

A disposizione Calvaruso, Brero, Premoli, Manzoni, Cipelletti. Allenatore Lunghi Tiziano.

PRO PATRIA: Monzani, Garbini, Barzaghi, Piras Marco ( 11' secondo tempo Arrigoni), Colombo, Ferraro, Santana, Pedone, Bortoluz, Disabato, Santic (11'secondo tempo Gherardi). A disposizione Gionta, Angioletti, Zaro, Scuderi, Scanu, Casiraghi, Cappai. Allenatore Bonazzi Roberto.

Arbitro: Braghini Flavio di Bolzano.

Assistenti: Tesolin Riccardo di Portogruaro e Tinello NIcola di Rovigo.

Ammoniti: Colombo, Arrigoni, Pedone, Xamin, Leoni.

Note: giornata soleggiata e calda, terreno in ottime condizioni, angoli 3-4 per la Pro Patria, spettatori 600 circa, recupero 1+4.