09-04-2017 ore 11:15 | Sport - Basket
di Federico Feola

Pallacanestro Crema, due punti per i playoff. Stasera l'incontro con l'Alto Sebino

La Pallacanestro Crema torna a giocare tra le mure amiche del PalaCremonesi per una sfida dal sapore antico. I ragazzi di Baldiraghi stasera alle 18 affronteranno l'Alto Sebino, formazione nata dalla fusione tra Pisogne e Costa Volpino. È un incontro che potrebbe garantire ai leoni cremaschi la seconda qualificazione consecutiva ai playoff, traguardo difficilmente pronosticabile alla vigilia di un campionato ricco di insidie e di formazioni temibili. Per i leoni cremaschi servirà ripartire dallo splendido primo quarto giocato ad Orzinuovi, prima che la capolista facesse valere i diritti della propria classe. Occorrerà il massimo della concentrazione, ora che il secondo traguardo stagionale, dopo la salvezza, è così vicino.

Gli avversari
Gli uomini allenati da Massimo Giubertoni, alla prima stagione da head coach dopo essere stato il vice di Alessandro Crotti, navigano nelle zone meno nobili della classifica e devono cercare in queste ultime tre giornate di sfuggire alla tagliola dei playout. La squadra è composta da un mix di senior di buon livello e giovani in cerca di consacrazione, ed ha dovuto spesso pagare il prezzo all'età media piuttosto bassa. I bergamaschi presentano tra gli esterni il capocannoniere del torneo, Simone Centanni, tornato in riva al lago dopo l'esperienza a Barcellona in Legadue, sicuramente l'uomo da limitare con più attenzione per la difesa cremasca. Un altro ritorno ha considerevolmente aumentato la pericolosità dei prossimi avversari, quello del centro Michele Squeo, che ha passato la prima parte della stagione alla corte di Ciocca con la maglia della Co.Mark Bergamo. Accanto a loro portano punti la guardia/ala Bergamin (26 punti contro l'Urania) e l'ala Pilotti, 11 punti di media. Completa il quintetto titolare il playmaker Belloni, con il nazionale U20 Esposito e l'ex Bergamo Permon a ritagliarsi minuti.