08-06-2017 ore 19:24 | Sport - Podismo
di Andrea Baruffi

Crema, giovedì 15 giugno. Aperunning per il servizio affidi di Comunità sociale cremasca

“Una serata all’insegna dello sport, della solidarietà e del divertimento”. Così Aldo Pedrini dello staff organizzativo ha presentato nel primo pomeriggio di oggi la quinta edizione dell’Aperunning. La corsa ludico motoria non competitiva si svolgerà giovedì 15 giugno. La partenza è fissata per le ore 20 dal mercato Austroungarico di piazza Trento e Trieste.

 

In centro e lungo il Serio

“Il percorso da 10 chilometri – ha proseguito Pedrini – si snoderà lungo le vie del centro storico e sulle rive del Serio. Per i bambini o per quanti desiderano rientrare prima al traguardo è previsto un percorso più breve. Diversamente dalle precedenti edizioni l’arrivo sarà in piazza Trento e Trieste. Al termine della manifestazione tutti i runner saranno accolti da un ricco buffet. Il costo dell’iscrizione è fissato in 10 euro. Per i bambini fino a 10 anni la partecipazione è gratuita. Ai primi 300 iscritti sarà consegnata la maglietta e la pettorina sulla quale quest’anno è raffigurato il logo dell’associazione Arischiogatti. L'iniziativa è realizzata grazie al sostegno del Rotaract terre cremasche. Il ricavato, detratte le spese, sarà devoluto al servizio affidi di Comunità sociale cremasca che opera nella città e nei paesi limitrofi”.

 

La solidarietà

“La Fondazione san Domenico – ha dichiarato il presidente Giuseppe Strada – è lieta di concedere l’utilizzo del mercato Austroungarico, da pochi mesi in gestione, per una finalità così importante”. Il sindaco Stefania Bonaldi ha ricordato “l’importanza di fare rete tra le varie realtà del territorio per sostenere le realtà che operano nella comunità. La nostra società ha bisogno di famiglie disponibili che si aprano all’esperienza dell’affido”. La coordinatrice del servizio tutela minori di Comunità sociale cremasca Monica Cappelli ha ricordato “l’elevato valore di una famiglia accogliente, il regalo più bello per un bambino”. La presidente dell’associazione Arischiogatti Paola Oliari ha ringraziato gli organizzatori mettendo in luce “il lavoro svolto dall’associazione per dare certezze e curare i gatti abbandonati o maltrattati”.

Oggi al cinema