07-08-2017 ore 18:59 | Sport - Calcio
di Gianni Carrolli

Ac Crema 1908. Ottima prestazione a Lodi: 7 a 1 il risultato del match contro il Fanfulla

Allo stadio lodigiano della Dossenina l’Ac Crema 1908 mostra i muscoli nel test match contro il Fanfulla, retrocesso dalla serie D al campionato d’Eccellenza. In 90 minuti i nerobianchi mettono a segno 7 reti mentre i lodigiani devono accontentarsi di un solo goal. Soddisfatto il mister Sergio Porrini: “una buona prova in cui ho visto cose positive e convincenti ma c’è ancora molto lavoro da fare. Ci aspetta un campionato difficile e dobbiamo raggiungere livelli più competitivi. Le individualità ci sono, ora dobbiamo diventare squadra e raggiungere una forma fisica ottimale”.

 

La grande partenza

Caldo torrido sul rettangolo da gioco. Condizioni climatiche che non spaventano i padroni di casa, che al minuto 14 provano a portarsi in vantaggio con un gran tiro di Battaglino, finito sulla traversa. Tre minuti più tardi l’Ac Crema ribalta la situazione: tacco di Marrazzo a liberare Erpen che davanti alla porta non sbaglia. Il pareggio arriva al ventottesimo, con una prodezza di Laribi sfruttando un’angolatura molto difficile. Per i cremini è ancora Erpen ad andare in goal, subito emulato da Marrazzo che vede però l’arbitro annullare la segnatura per via di un fallo di mano. Uno sfortunato autogol dei lodigiani chiude il primo tempo sul 4 a 1 per la squadra ospite.

 

Il secondo tempo

Nella seconda frazione di gioco il Crema torna in campo con una formazione rivisitata. Schierato in attacco, Nicolò Pagano cerca subito la breccia: al quarto minuto è autore dell’assist che consente a Dell’Anna di bucare la rete avversaria. Il Fanfulla cerca di rientrare in gara ma il tentativo di Patrini si conclude tra le mani del portiere del Crema Marengo. Al trentunesimo sono ancora i nerobianchi a spingere in avanti: ci pensa Tomas a saltare il portiere e insaccare la rete, capitalizzando il pallone recuperato poco prima da Gomez a centrocampo. Il finale è ancora dell’Ac Crema 1908, che trova il goal con un colpo di testa di Bahirov su lancio di Ogliari.