06-12-2016 ore 13:25 | Sport - Rugby
di Federico Feola

Rugby Crema, vittoria sofferta a Bergamo. I neroverdi si impongono per 13 a 9

Il Crema ritorna dalla trasferta di Bergamo con una vittoria molto importante ai fini della classifica, dopo una gara tiratissima col punteggio di 13 a 9 grazie alla bellissima meta del solito incontenibile Locatelli ed al piede di Fusar Poli. La classifica, vista la concomitante e inaspettata  sconfitta della capolista a Casalmaggiore, si accorcia riaprendo di fatto la lotta per il primo posto. Prossimo appuntamento per i neroverdi domenica prossima, a Brescia, contro il fanalino di coda Cus.

L’incontro
La partita pare subito complicata con le due squadre che si annullano a vicenda, tatticamente bloccata con le due mischie che si equivalgono è il Crema  che cerca di fare un qualcosa di più ma che non riesce a sfondare il muro eretto dai bergamaschi. La partita, giocata prevalentemente a metà campo non decolla ed anzi, non registrando azioni spettacolari e realmente pericolose si innervosisce: a farne le spese è Paolo Crotti che, ricevendo un cartellino giallo, lascia i propri compagni in inferiorità per dieci minuti. Tanti i falli commessi dalle due squadre e proprio da punizioni, al 15° e 35° per il Bergamo ed al 20° per il Crema, vengono gli unici punti del primo tempo che si chiude con il punteggio di 6 a 3 a favore dei padroni di casa.

Il secondo tempo
La ripresa riprende sulla falsa riga del primo tempo con il Crema che cerca di fare la partita senza però troppa convinzione fino al 18°, quando una perla di Locatelli  finalizza una bella azione corale: meta, trasformazione e punteggio che diventa favorevole al Crema 10-6. Il match finalmente si sblocca con i cremaschi che sembrano prenderne definitivamente possesso quando, due decisioni discutibili dell'arbitro, lasciano il Crema in doppia inferiorità numerica per le espulsioni temporanee di Locatelli e di Malvicini: dieci minuti al termine sopra di soli quattro punti ma con due uomini in meno. Ma, quando tutto sembra volgere al peggio con i bergamaschi rinvigoriti dalla superiorità numerica,  ecco che esce il cuore neroverde: capitan Frosio e compagni mettono in campo tutte le forze residue difendendo il vantaggio, resistendo agli attacchi avversari capaci di segnare solamente su calcio di punizione subendone addirittura uno che fissano il punteggio sul 13-9 finale.

 

La classifica
Valle Camonica 30, Orobic 27, Casalmaggiore 23, Crema 22, Franciacorta 20, Chiese 16, Codogno 15, Cremona, Bergamo 6, Cus Brescia 1.
 

BERGAMO-CREMA 9-13
CREMA: Loda , Regazzetti, Crotti A, Locatelli, Fusar Poli, Capelli, Manclossi, Crotti P., Cella, Bissa, Libutti, Frosio, Salini, Grana, Malvicini. Fontanella, Foglio, Bellissima, Gagliardo, Alongi, Scaglia. All. Forte.
BERGAMO: Caglioni, Cocca, Cornaro, Rumi, Bertoncini, Maffeis, Zanotti, Zinesi, Minicusi, Gnecchi, Gimondi, Ravasio, Frizzi, Bettoni, Frigeni. Migliaccio, De Bellis, Tasca, Archenti, Valli, Bonetti, Panico. All. Ferrandi.
Arbitro: Stefano Notari di Milano.