05-02-2017 ore 22:11 | Sport - Calcio
di Tiziano Guerini

Pergo, prima vittoria dell'anno al Voltini. I gialloblù sconfiggono lo Scanzorosciate

Su un campo ai limiti della impraticabilità per la pioggia caduta prima e durante la partita, non poteva essere la qualità del gioco a fare la differenza ma la determinazione e la concentrazione. "Una partita da elmo e spada" commenterà alla fine l'allenatore Curti. E, aggiungiamo, anche una partita caratterizzata - per assenze importanti- da quelli che meno in passato avevano avuto opportunità di giocare come Maietti, Dimas (migliore in campo, nell'immagine sotto mentre calcia il rigore) e Donzelli (commovente, dopo il suo gol, la dedica al nonno recentemente scomparso), e dai più giovani come Alborghetti e Brero, con in evidenza la prova di Boschetti all'esordio come difensore puro. La squadra consolida il secondo posto in classifica e pare essersi ritrovata sul piano del morale; naturalmente bisognerà dare continuità all' impegno perché diventi vera virtù.

Dimas: rigore e migliore in campo
Primi dieci minuti di gara tutti a favore della Pergolettese, se si eccettua un colpo di testa di Pellegris del Calzorosciate al 3° ribattuto fortunosamente in angolo da Arpini. Al 5° minuto inizia la bella partita di Dimas che subisce un fallo in area che però l'arbitro Festa di Avellino nonon rileva; cosa che non può esimersi di fare al 10° minuto per un fallo del portiere Regazzoni sempre su Dimas che batte il conseguente rigore portando in vantaggio i gialloblù. Passano solo tre minuti e inopinatamente lo Scanzorosciate pareggia: una dubbia punizione che Bonomi calcia dai 25 metri beffando Calvaruso, non del tutto incolpevole, sul palo più lontano. Partita giocata di forza sopratutto a centrocampo con i gialloblù Piras,Tonon e Maietti a contrastare i bravi Bonomi e Facchinetti, e Dimas a fare a spallate in avanti. Si va al riposo con un equo pareggio.

Il meglio nella ripresa
La Pergolettese, contrariamente ad altre volte, gioca meglio la ripresa dimostrandosi in buona forma fisica. Si vede la voglia di tornare a vincere, mentre i rossi avversari giocano di rimessa con buone e pericolose volate in avanti. Al 6° e all'8° ancora Dimas in evidenza prima con un tiro in area risultato debole, poi con un bel servizio per Rossi che colpisce di testa senza ingannare Regazzoni. Il secondo gol gialloblù al 23°: Donzelli sfugge a Fratus, entra veloce in area e colpisce a rete sulla sinistra del portiere. La reazione dello Scanzorosciate è debole: si fa sentire la partita infrasettimanale e il campo pesante. Al 27° un altro colpo di testa di Dimas che sorvola la traversa. Poi il terzo gol con Arpini su centro del solito Dimas. C'è il tempo per vedere in campo anche Ibe che avrebbe addirittura l'occasione del gol ma non ne approfitta.

Più concentrati e determinati
Dimas migliore in campo, si diceva, puntuale anche alle interviste del dopo partita. "Se ho potuto giocare bene e reggere fino alla fine è perché non ho mai mollato nel mio impegno anche quando non giocavo. Abbiamo vinto perché siamo stati più concentrati, lucidi e determinati dei nostri avversari. Questo è il Pergo che deve sempre essere al massimo della condizione, per cui conta di più la testa che la qualità del gioco. Spero, anche per la partenza di Carletti, di avere ora più occasioni di giocare".

PERGOLETTESE - SCANZOROSCIATE 3-1
Reti: primo tempo 10° Dimas su rigore, 13° Bonomi; secondo tempo 22° Donzelli, 30° Arpini
PERGOLETTESE: Calvaruso, Alborghetti, Boschetti, Piras (23°secondo tempo Xamin), Arpini, Brero, Maietti, Tonon, Dimas, Rossi (32°s secondo tempo Ibe), Donzelli (28°secondo tempo Premoli). A disposizione. Leoni, Armanni, Ripamonti, Riceputi, Morello, Moriggi. Allenatore. Curti Pierpaolo.
SCANZOROSCIATE: Regazzoni, Fratus, Venturi, Gotti, Rondelli, Rota, Gualdi, Facchinetti (20° secondo tempo Austoni), Pellegris, Bonomi (28° secondo tempo Ubbiali), Mapelli (38°secondo tempo Maggioni). A disposizione. Fornoni, Lussana, Benzoni, Fusar Bassini, Capelli , Melandri. Allenatore Valenti Nicola.
Arbitro: Festa Mattia Fabio di Avellino.
Assistenti: Rivetti Carlo di Torino e Castellaneta Alessandro di Collegno.
Ammoniti: Maietti, Mapelli.
Note: giornata piovosa, terreno allentato, angoli 3 - 5, spett. 400 circa, rec. 1+4.