31-07-2017 ore 17:54 | Spettacoli - Musica
di Stefano Zaninelli

Crema. Festa de l’Unità, in Birroteca dodici serate di musica dall’elettronica all’hardcore

Dodici serate ad ingresso gratuito, nel segno dell’innovazione e delle nuove tendenze musicali. Torna anche quest’anno l’atteso appuntamento con la Birroteca, lo spazio musicale giovanile all’interno della Festa de l’Unità. Da giovedì 24 agosto a domenica 3 settembre, nomi affermati e nuovi astri del firmamento musicale italiano si alterneranno sul palco del podere di Ombrianello. Il festival si chiuderà – come da tradizione – il primo lunedì di settembre con lo spettacolo pirotecnico dei fuochi d’artificio e il dj-set.

 

Dall’Europa a Crema

Il rinnovamento del festival passa anche dalla capacità di mettere mano al format. Uscito definitivamente di scena il concorso dedicato alle band emergenti, la programmazione ospita quest’anno band che negli ultimi anni hanno saputo far parlare di sé: da Canova, che inaugurerà il festival la prima sera, ai Gazebo Penguins, passando per l’elettronica francese griffata The Toxic Avanger e il milanese Kenkode, oltre al progetto solista di Leo Pari, dei Thegiornalisti. Spazio anche alla scena locale, con il ritorno dei Genus ordinis dei; oltre a loro in scaletta anche Selva, Steel city heroes, Spleen flipper, Rosaphanty e Blind tigers.