30-09-2017 ore 16:01 | Spettacoli - Teatro
di Tiziano Guerini

Crema. Work in progress, Giorgio Panariello conquista, tra smartphone, politici e moda

Comico toscano, attore, regista, presentatore, imitatore. Da oltre vent'anni Giorgio Panariello è impegnato fra teatro, cinema e televisione. Il successo più popolare arriva nel 2000 con la presentazione del festival di Sanremo e l'immancabile imitazione del cantante Renato Zero, uno dei suoi più famosi "cavalli di battaglia". Ora Panariello presenta il suo nuovo spettacolo, Work in progress, che inizia dal teatro di Crema prima di un tour che prevede già una ventina di appuntamenti in tutta Italia. "Il Panariello che verrà" non è poi molto diverso da quello che abbiamo già conosciuto nei suoi molti spettacoli televisivi. E i personaggi che presenta - il fanatico del telefonino, quello che segue la moda più improbabile, la passione esagerata per gli animali e naturalmente i difetti dei politici - sono in parte prevedibili per chi conosce la sua arte tagliente. Eppure riescono ad essere sempre sorprendenti per gli effetti speciali e la travolgente comicità. Panariello mette in scena una lettura dei vizi e delle stranezze del nostro tempo. Ne ripercorre I tratti salienti con mestiere e genialità. Un mix che ha catturato il pubblico cremasco, nonostante il ritardo di quasi un’ora causato da un problema tecnico. Del resto sono gli inconvenienti della tecnologia e della diretta. Stasera si replica. Il successo è garantito.