28-02-2017 ore 18:38 | Spettacoli - Teatro
di Gianni Carrolli

Crema. Io, Emanuela: il ricordo delle vittime della mafia tra letteratura e spettacolo

Crema tiene vivo il ricordo delle vittime della mafia. Grazie alla partnership tra Comune, Libera contro le mafie, comitato Soci Coop e Comitato di promozione dei principi della Costituzione italiana, gli alunni degli istituti superiori cremaschi – ma non solo – avranno l’opportunità di riflettere sul tema sia a teatro che in biblioteca. Al centro delle iniziative culturali, il libro Io, Emanuela, scritto da Annalisa Strada e basato sulla storia di Emanuela Loi (foto a lato), giovane poliziotta della scorta del giudice antimafia Paolo Borsellino.

 

Incontri e rappresentazioni

Il primo appuntamento è previsto il 9 marzo alle ore 21 presso la biblioteca di Crema, dove Annalisa Strada sarà impegnata in una serie di letture, preludio allo spettacolo Io, Emanuela, previsto lunedì 13 marzo alle ore 21 presso il teatro San Domenico. Agli studenti cremaschi sono invece dedicate le repliche della rappresentazione – interpretata dall’attrice Laura Mantovì – calendarizzate il 13 e il 14 marzo alle ore 10.30, al teatro di piazza Trento e Trieste.

 

L’interesse dei giovani

“Soprusi e corruzione non appartengono solo al passato – commenta l’assessore Paola VailatiIo, Emanuela ci ricorda questo. Il mio plauso agli artisti e il mio invito alla cittadinanza è di non perdere questa occasione di crescita e riflessione”. Positivo il segnale che arriva dalle scuole del territorio: come segnalano i referenti del Comitato di promozione dei principi della Costituzione italiana “quasi 600 studenti hanno manifestato interesse, questo ci fa capire che il nostro sforzo non è inutile”.

 

Percorso di legalità

Lo spettacolo del 13 marzo non rimarrà un’iniziativa isolata: “si tratta di un evento inserito in un articolato percorso che il presidio di Libera – spiegano i referenti – ha iniziato in collaborazione con le scuole del territorio, organizzando laboratori con gli studenti, esperienze condivise e altamente formative. Anche quest’anno il ricavato dello spettacolo sarà dedicato ai giovani, e sarà utilizzato durante il prossimo anno scolastico per finanziare borse di studio a copertura della quota di partecipazione ai campi di E!StateLiberi! in Lombardia a favore degli studenti delle scuole superiori di Crema”.