25-03-2017 ore 14:01 | Spettacoli - Musica
di Andrea Baruffi

Crema, fans in visibilio per Sergio Sylvestre. Il Big boy infiamma il teatro san Domenico

Il gigante buono conquista tutti, teenager e adulti. Un pubblico entusiasta ha accolto con calore e affetto ieri sera a Crema Sergio Sylvestre. Il san Domenico, gremito all’inverosimile, ha ospitato la data zero del live tour. Il cantante di origine statunitense ma italiano – o meglio salentino – di adozione sorride, si racconta, dialoga con i fans in visibilio ancor prima del suo arrivo sul palco e alla fine si lascia abbracciare, si concede per autografi, selfie e foto.

 

Timbro profondo

Timido e talentuoso si avvicina al microfono e ringrazia il pubblico e l’Italia per l’accoglienza. Il suo timbro forte, potente e profondo infiamma subito il teatro. Propone una scaletta composta da 21 brani eseguiti senza interruzione. Emoziona subito la platea con Say something, singolo di A Great Big World e Christina Aguilera. Un toccante tributo allo zio scomparso.  “Mi ha insegnato che bisogna sorridere sempre nella vita” afferma Sylvestre prima di commuovere tutti. Reinterpreta con grande successo il brano di Nino Ferrer Vorrei la pelle nera – proposto anche a Sanremo nella serata delle cover – e duetta con Julia Lenti sulle note del singolo di Giorgia Quando una stella muore.

 

Carisma vocale

Il carisma vocale emerge con il brano Con te, scritto dallo stesso Sylvestre con la cantautrice Giorgia, “una persona fantastica e speciale”. Il pubblico accompagna ogni canzone, scandisce il tempo battendo mani e piedi, crea coreografie con le torce dei cellulari e regala un’infinità di applausi. La voce inonda e avvolge il teatro con l’interpretazione finale di Hallelujah di Leonard Cohen, degno coronamento di una serata di pieno successo. Apre la strada ai concerti in programma a Roma giovedì 30 marzo e ai Magazzini generali di  Milano venerdì 31 marzo. Sul palco, a fianco del cantante, Andrea Torresani al basso, Mattia Tedesco alla chitarra, Fabiano Pagnozzi alle tastiere e Andrea Polidori alla batteria.

 

Scaletta

Questi i brani eseguiti da Sylvestre durante la data zero del tour: The last kyss goodbye, Ashes, Running, Say something, Point of you, Lie to me, Vorrei la pelle nera, No goodbye, Planes, Master blaster, Big boy, Lucky ones, Running up the hill, Quando una stella muore, Con te, No diggity, Honesty, Black and gold, Save me, Hallelujah e Down we go.    

 La redazione consiglia:

spettacoli - Musica
“L’Italia e la musica mi hanno salvato la vita”. Così Sergio Sylvestre racconta la propria esperienza a due giorni dall’inizio del live tour. Partirà...