11-11-2017 ore 13:34 | Spettacoli - Musica
di Sara Stefanovic

Collegium. Il barocco e i fuochi d’artificio di Händel: masterclass con l’Orchestra Verdi

Si terrà domenica 12 novembre dalle ore 14.30 alle ore 17 presso la Sala Costi dell’ex istituto Folcioni la masterclass organizzata dal Collegium Vocale di Crema in collaborazione con l’Orchestra Verdi di Milano. La finalità è rispondere ai quesiti sul funzionamento dell’orchestra: cosa accade quando il direttore d’orchestra da l’attacco e guida il tempo? Come funzionano gli strumenti? Come si esegue e interpreta un brano? L’evento è un’importante occasione di confronto e offre la possibilità di conoscere Ruben Jais, direttore stabile dell'orchestra Verdi.

 

I Royal Fireworks di Händel

Tema della masterclass sarà l’opera Royal Fireworks (Musica per i reali fuochi d’artificio), commissionata al compositore George Friedrich Händel nel 1749 da Giorgio II per festeggiare la fine della guerra di successione austriaca con la pace di Aquisgrana (1748). Hände, dopo aver compiuto vari viaggi in Europa venendo a contatto con la vibrante cultura musicale del periodo barocco, diventò ufficialmente cittadino inglese nel 1727 e presto diventò compositore per la Cappella Reale di sua Maestà.

 

Il Collegium Vocale

Istituito nel 1994, il Collegium Vocale di Crema è l’unica orchestra stabile del Cremasco oltreché la più numerosa. L’ensemble riunisce molti musicisti, provenienti da tutta la provincia e di tutte le età. A fronte di una sempre più evidente crisi di partecipazione, che tocca molti settori tra cui quello musicale – influenzata probabilmente da una scarsa volontà da parte dei giovani a dedicarsi ad attività non retribuite – la posizione del direttore Giampiero Innocente è chiara: “l’obiettivo è proporsi come forte spinta culturale sul territorio, cercando di attrarre un numero crescente di giovani, indirizzandoli verso un impegno che sicuramente necessita dedizione ma che dona molte soddisfazioni”.

 

L’orchestra milanese

L’Orchestra Verdi nasce invece nel 1993. Ha come sede l’Auditorium di Milano. Negli anni è riuscita ad esibirsi ben oltre i confini nazionali ed europei, raggiungendo paesi come Cile, Brasile, Argentina e Giappone. Nel 2008 viene fondata l’orchestra laBarocca, l’ensemble guidata dal direttore d’orchestra Ruben Jaris che si caratterizza per essere l'unico in Italia ad avere una stagione stabile di musica barocca. Particolarità è che le opere vengono eseguite seguendo il modello antico e utilizzando la strumentazione d’epoca.

 

Esperienza umana

L’importanza della masterclass travalica il mero apprendimento. Come racconta la cantante Alessandra Fusca, “i membri del coro in sono molto aperti, ti aiutano a integrarti facilmente, non creano un ambiente ostile e questo è un elemento importante in quanto oltre all’unione vocale è importante un’unione umana”. Il coro è come un organismo: tutti gli organi devono funzionare bene per essere in salute. “La tendenza del Collegium all’apertura – aggiunge Fusca – invitando personalità di grande livello permette di vivere un’esperienza unica nel suo genere. La consiglio a tutti gli appassionati di musica”.