31-12-2012 ore 11:03 | Rubriche - Animali
di redazione

Il rappresentante dei Verdi invita la giunta a proclamare un divieto di uso dei botti la notte di capodanno per il bene degli animali

Capodanno uguale fuochi d’artificio e botti. Una consuetudine che mette in estrema agitazione gli animali domestici. Sulla questione interviene Gianemilio Ardigò dei verdi di Crema e lancia un invito alla giunta comunale: vietate i botti.

Pericolosi ed inquinanti
"Il sindaco dovrebbe tramite gli organi di stampa e online vietare qualsiasi fuoco di artificio o simile a tutela degli animali e della salute pubblica, sull’esempio di delibere di varie città italiane. Il divieto di uso e di accensione dei fuochi d’artificio, giochi pirici e pirotecnici, fumogeni e petardi e ogni altro strumento che emetta fumo o gas visibile, tutela la ormai insostenibile situazione atmosferica per gli alti valori di PM10 riscontrati di recente”.

La legge in vigore
Prosegue Ardigò, “il divieto risulta essere ulteriormente sostenuto per quanto riguarda gli animali, cani e gatti, che ogni anno soffrono di questi riti tribali senza senso e senza rispetto. E’ un atto di civiltà e di cultura che manca ancora nel nostro paese, dove è in vigore, il divieto di far esplodere botti è legato ai maltrattamenti sugli animali, una novità inserita nel comma 23 dell’art. 9 del regolamento 320 per la tutela degli animali, le cui modifiche sono state approvate a marzo del 2011” .

I consigli
“Infine mi permetto di diffondere un appello: se volete bene agli animali limitatevi al brindisi, se invece ne avete uno, tenetelo nella stanza più isolata della casa, fategli sentire radio o tv e abbassate le tapparelle. Non lasciatelo sul balcone, perché potrebbe buttarsi giù, e fate attenzione a come lo legate, perché nell’agitazione potrebbe farsi male. Se sparisce sotto il divano per tutta la sera, poi, non vi preoccupate e non forzatelo ad uscire: è il minimo che possa fare per non impazzire. Sono alcuni dei consigli che la Lav sta diffondendo in questi giorni che precedono i botti di Capodanno, un vero incubo per tutti gli animali.”