31-08-2016 ore 12:20 | Rubriche - Crema
di Stefano Zaninelli

Crema. L’età della saggezza festeggia il ventennale: in due mesi oltre 20 iniziative nelle strutture dei Benefattori Cremaschi

Ventiquattro eventi concentrati in due mesi esatti: così si presenta la ventesima edizione de L’età della saggezza, il progetto realizzato dalla Fondazione Benefattori Cremaschi con lo scopo “non solo di avvicinare i nostri ospiti alla vita della città, ma anche di avvinare a sua volta la città a nostri ospiti”, ha affermato il presidente Paolo Bertoluzzi durante la presentazione.

 

Eventi, musica e mostre

Partiamo subito da ciò che dà corpo al progetto, ovvero le singole iniziative. La partenza è prevista l’1 settembre, quando ai piani della struttura di via Zurla la fisarmonica di Michela animerà i reparti. Da lì fino al 31 ottobre – data dello spettacolo musicale Eravamo nel 900, all’Rsa di via Zurla – si susseguiranno oltre 20 di spettacoli, concerti, esposizioni e giochi per far vivere agli ospiti delle strutture sanitarie assistenziali piccoli ma importanti momenti di festa (nei prossimi giorni la pubblicazione del calendario completo).

 

State vicini a una foglia

Tra le iniziative merita un cenno particolare State vicini a una foglia: verdure e legumi verranno coltivati su un orto rialzato posto all’altezza di mezzo metro, in modo da facilitare le persone con difficoltà motorie. Marilisa Leone, coordinatrice del progetto, ha spiegato che “l’iniziativa nasce dall’eredità di un pensiero, raccolta dall’amico Tonino Guerra, con l’obiettivo di salvaguardare la bellezza della terra e permettere agli ospiti di tornare a mettervi le mani”.

 

Apertura costante

Per il primo cittadino di Crema, Stefania Bonaldi, “la Fondazione è una realtà che dimostra di aprirsi alla collaborazione, dialogando con le varie sensibilità e i vari talenti. L’apertura è costante in tutto il progetto L’età della saggezza, che oltre a portare animazione agli ospiti delle strutture permette alla città di cogliere occasioni privilegiate. Il lavoro dell’Fbc è complesso e si iscrive in un quadro indefinito, ma dimostra attenzione alla qualità, andando oltre l’approccio classico e guardano al lungo periodo”.

 

Sinergia tra fondazioni

Importante e ricca di significato è la collaborazione della Fbc con la fondazione San Domenico, che domenica 23 ottobre alle ore 16 ospiterà lo spettacolo Grease – dell’associazione culturale Operazione Musical – nel teatro di piazza Trento e Trieste. Il presidente Giuseppe Strada si è detto soddisfatto della collaborazione: “piace l’idea di lavorare insieme con l’Rsa e poter partecipare a migliorare la vita della città. Abbiamo inaugurato la collaborazione a febbraio di quest’anno con un’esposizione di quadri realizzati dagli ospiti; per noi si tratta di gesti piccoli ma importanti”.

 

Vicinanza con la città

Tuttavia la crisi non è ancora finita e la congiuntura economica – anche per la Fondazione Benefattori Cremaschi – ancora non arride alla prosperità. L’accorato appello lanciato dal presidente Bertoluzzi è quello di “riuscire ad avvicinare sempre più la città e la fondazione. Abbiamo bisogno che la città e i cittadini siano vicini: dalle donazioni al volontariato, noi soffriremo se rimarremo isolati”.

 La redazione consiglia:

cultura - Arte
Due fondazioni, un territorio. Partendo da questa considerazione la Fondazione S. Domenico (teatro e musica) e la Fondazione Benefattori Cremaschi (sanitario e socio-assistenziale) hanno deciso una...