20-05-2017 ore 11:29 | Rubriche - Costume e società
di Riccardo Cremonesi

Motociclisti contro l'abuso sui bambini. Alle Garzide appuntamento con Baca Italia

Baca, acronimo di “Bikers against child abuse”, nasce nel 1995 nello stato dello Utah (Usa) e ad oggi conta migliaia di membri diffusi in tutti gli Stati Uniti, ma anche in Australia, Canada, Nuova Zelanda ed Europa (ufficiali Italia, Olanda, Germania e Svizzera ), più molteplici Stati e chapter in formazione. Dal 2010 è presente in Italia come associazione onlus, con sede legale a Cremona, ed opera in diverse provincie.

 

La mission
Eloquente il loro slogan: “nessun bambino merita di vivere nella paura!”. Infatti scopo dei bikers di Baca è quello di creare un ambiente sicuro per i bambini vittime di abuso. L'associazione organizza e promuovere iniziative di informazione sulla terribile piaga degli abusi nei confronti dei minori attraverso conferenze e convegni con l’intervento di psicologi, educatori, assistenti sociali e appartenenti alla forze dell'ordine. I componenti collaborano direttamente con le famiglie dei bambini, con le strutture pubbliche e private che si occupano dei ragazzi, in qualunque modo abusati, e realizzano iniziative per il sostegno di strutture che accolgono minori vittime di abusi o maltrattamenti. Tutte queste azioni rientrano nel più ampio obiettivo di sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica sul tema degli abusi, al fine di sostenere le stesse vittime aiutandoli a vivere senza paura e creando per loro un ambiente più sicuro.


Appuntamento alle Garzide
Stasera, a partire dalle 20, appuntamento presso l'agriturismo Le Garzide, a Crema. Una serata conviviale con i bikers dove si potrà ascoltare musica, mangiare e conoscere di persona la realtà di Baca. Dalle 22 la musica dei Wicked Asylum e dei Jocker.