17-01-2017 ore 17:39 | Rubriche - Fatto di ambiente
di Alvaro Dellera

Crema. Il falco pellegrino a caccia in città. Il pasto è un malcapitato piccione torraiolo

Avevamo il sospetto che potesse avvicinarsi molto alla città, ma vederlo in azione oggi, a qualche centinaio di metri dalla piazza Duomo a Crema, ha sorpreso tutti. Il falco pellegrino (falco peregrinus) è conosciuto come uno degli uccelli più veloci al mondo  in picchiata riesce a raggiungere velocità che sfiorano i 300 chilometri orari.


Giovane esemplare

Nella foto lo vediamo appena dopo aver catturato e spolpato un piccione torraiolo, afferrato sopra qualche tetto cittadino e portato sopra un traliccio dell’energia elettrica. Questo magnifico esemplare dall’apertura alare che supera gli 80 centimetri è con molta probabilità un giovane falco del secondo anno che non ha ancora completato la muta. La testa, il mustacchio le gocciolature del petto e delle ali, ancora poco definite, sono i caratteri che lo distinguono dal soggetto adulto.

 La redazione consiglia:

rubriche - Fatto di ambiente
Documentare i mammiferi del cremasco è complicato. Un fatto d’ambiente che intristisce se pensiamo a quali e quante specie di mammiferi sono transitati da queste parti quando la pianura...
rubriche - Fatto di ambiente
Si stima che in Italia non ne vivano più di 150-200 coppie. Da gennaio 2016 a oggi secondo le statistiche acquisite dalla piattaforma Ornitho.it le osservazioni sono state di 115 individui...
rubriche - Fatto di ambiente
Il cremasco sta diventando sempre più frequentato dalla doppia migrazione delle gru – Grus, grus - o gru cenerina, non più nidificante in Italia. Di ritorno quasi certamente dal...