15-04-2017 ore 12:24 | Rubriche - Musica
di Giovanni Colombi

Le novità e la classifica della settimana: The Chainsmokers, Lazza e Nada Trio

In collaborazione con il negozio Freak Music Store di Crema vi segnaliamo le novità discografiche del panorama musicale nazionale ed internazionale, nei negozi questa settimana e la classifica dei dischi più venduti in città.

The Chainsmokers, “Memories…. Do not open”
The Chainsmokers, dj e produttori, hanno conquistato le classifiche di tutto il mondo collezionato più di 2 miliardi di views su YouTube e con il video di Closer featuring Halsey hanno superato i 150 milioni di views e gli 800 milioni di streaming. Inoltre, Closer è stato per 12 settimane al #1 della classifica HOT 100 Billboard. Non c’è dubbio che il pop contemporaneo del 2016 sia stato definito dalla musica dei The Chainsmokers. Nel giro di pochi mesi sono stati in grado di travolgere le classifiche di tutto il mondo con il loro sound semplice ed efficace, che è arrivato al grande pubblico con una velocità disarmante. Il duo statunitense ha raggiunto il successo dopo il primo singolo #Selfie, per poi evolvere il proprio suono a quello che oggi conosciamo. Paris è stato il fortunato follow-up ed ora è la volta di Something Just Like This, collaborazione con i Coldplay già ai vertici delle classifiche internazionali. Nel disco, composto da dodici tracce, appaiono anche collaborazioni con Emily Warren, Louane, Jhene Aiko, Flo Rida e Georgia Line.

Lazza, “Zzala”
Zzala è il disco di esordio ufficiale di Lazza, rapper, trapper e pianista milanese classe 1994 che, sin da adolescente si è fatto notare per le sue abilità tecniche messe in mostra nelle battle di freestyle in giro per l’Italia che gli hanno fatto conquistare subito una buona schiera di fan. Dopo essere entrato, nel 2013, nel roster della Blocco Recordz, con cui, nel 2014, ha pubblicato il suo primo mixtape, K1, Lazza ha pubblicato vari video riscuotendo ottimi consensi e ha poi preso parte al video-format hip hop Real Talk diventando protagonista di una delle due puntate più viste su YouTube. Nel 2016 si è fatto notare da un pubblico ancora più ampio grazie a DDA, il singolo che ha sancito il suo sodalizio con 333 Mob, etichetta con la direzione artistica di Dj Slait e Low Kidd. La sua tecnica, la sua preparazione musicale (si è formato studiando musica classica al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano) e il suo stile di impatto rendono la sua trap unica sulla scena italiana. Non a caso, l’album di Lazza è il primo prodotto da 333 Mob: Dj Slait e Low Kidd hanno deciso di mettere a disposizione le loro competenze e di puntare su un talento schietto, che ha un linguaggio che arriva diretto alle nuove generazioni ma sa parlare anche a un pubblico maturo. La produzione musicale di Zzala è di Low Kidd, Lazza e Dj Slait. Lazza in alcuni brani ha inserito dei giri di pianoforte suonati da lui per creare un legame tra il suo background classico e un suono attuale crudo, e questo tratto lo distingue da qualsiasi altro esponente della scena trap. L’artwork è di Moab, altro componente di 333 Mob che ha già curato grafiche di copertina per artisti internazionali, come i Migos. Le foto del booklet sono firmate da Any.

Nada Trio, “La posa”
La Posa è il titolo del nuovo album del Nada Trio. Tutto è nato nel 1994 da una collaborazione fra Nada, Fausto Mesolella e Ferruccio Spinetti, rispettivamente chitarrista e contrabbassista degli Avion Travel. Dal quel loro incontro nasce un progetto che viene documentato in un album dal titolo Nada Trio, all'interno del quale, oltre ad alcuni classici successi di Nada come Ma che freddo fa e Amore disperato, ci sono anche dei brani tradizionali della musica popolare italiana. L'album ottiene innumerevoli apprezzamenti che culminano con il conseguimento della Targa Tenco e del premio Premio Musicultura, seguiti da un intenso tour in Italia e in Europa. Dopo Nada Trio gli incontri tra i tre artisti continuano parallelamente ai loro noti progetti individuali, proseguendo con l'attività live insieme, sia in trio che in duo, Nada e Mesolella. Con La Posa il Nada Trio continua lo stesso percorso artistico, partendo dalla fine del precedente per documentare quella che è la grande e innovativa scrittura di Nada di questi ultimi anni, abbinata alla classe e alla maestria di due musicisti come Mesolella e Spinetti. Il risultato è sorprendente e unico. L’album raccoglie un omaggio a due poeti della musica italiana: Piero Ciampi con Sul porto di Livorno e Gianmaria Testa con Dentro la tasca di un qualunque mattino.