11-11-2017 ore 19:03 | Rubriche - Musica
di Giovanni Colombi

Dischi. Le novità e la classifica della settimana: Ferro, Antonacci e Evanescence

In collaborazione con il negozio Freak Music Storedi Crema vi segnaliamo le novità discografiche del panorama musicale nazionale ed internazionale, nei negozi questa settimana e la classifica dei dischi più venduti in città.

Tiziano Ferro, “Il mestiere della vita: Urban vs Acoustic”
Il progetto Il Mestiere Della Vita di Tiziano Ferro continua. A distanza da un anno dalla pubblicazione originale, dopo essere stato ai primi posti delle classifiche di vendita e radiofoniche e dopo aver riempito stadi ed arene, l'ultimo album del cantautore di Latina si evolve. La nuova confezione (doppio digipack con slipcase) aggiunge al cd album originale, un disco inedito con una selezione di brani reinterpretati da Tiziano Ferro in versione urban-acustic e 4 bonus track. Ospite d'eccezione la giovane cantautrice Levante con la quale Tiziano ha duettato in Valore Assoluto. Le bonus track del disco comprendono il successo internazionale No Vacancy con gli OneRepublic, la cover di Luigi Tenco Mi Sono Innamorato Di Te che ha aperto l'edizione 2017 del festival di Sanremo e i remix A Ti Te Cuido Yo (Lento/Veloz) featuring Dasoul e Valore Assoluto Printz Board Rmx. A proposito di questo nuovo progetto Tiziano dice: "Quasi un disco nuovo, prodotto e cantato pensando di far scontrare al massimo questi due generi, portandoli ad una sorta di convivenza forzata. Ritmiche urbane e "beat" hiphop contro organi Hammond e chitarre acustiche. E il canto senza troppe sovraincisioni. Come se avessi registrato l'album in casa mia con una drummachine e un microfono. Il risultato è stato sorprendente per me. Sarebbe bello scrivere un disco di inediti completamente pensato in questo modo".

Biagio Antonacci, “Dediche e manie”
Atteso ritorno sulle scene per Biagio Antonacci che a tre anni di distanza dal successo del multiplatino L'Amore Comporta pubblica un nuovo disco intitolato Dediche e Manie. L'album è stato anticipato dal singolo In mezzo al mondo, scritto da Biagio e arrangiato e prodotto insieme a Fabrizio Ferraguzzo, caratterizzato da atmosfere anni 80/90 e tiene fede al lato cantautorale tipico dell’artista milanese. "Se il coraggio portasse il tuo nome lo pronuncerei" è la frase che rappresenta nel miglior modo il tema della canzone, che ci spiega come ogni giorno possiamo innamorarci della vita nonostante non siamo in grado di sapere cosa ci aspetta. In concomitanza al lancio del disco sono iniziate le prevendite per l'imminente tour promozionale a sostegno del nuovo progetto: a poche settimane dall’annuncio sono state raddoppiate le date di Acireale e Padova e triplicata quella di Bari. Il nuovo viaggio live di Biagio Antonacci debutterà il 15 dicembre dal Nelson Mandela Forum di Firenze e vedrà il cantautore esibirsi sui palcoscenici dei palazzetti più importanti d’Italia.

Evanescence, “Synthesis”
Anticipato dal primo singolo Imperfection, Synthesis è il quarto album in studio della band capitanata da Amy Lee, memorabile voce di Bring Me To Life, Lithium, My Immortal e molte altre hits. E proprio questi 3 brani – tra gli altri – faranno parte anche di Synthesis, la cui unicità risiede nell’arrangiamento inedito delle canzoni più amate degli Evanescence rivisitate in chiave orchestrale ed elettronica allo stesso tempo. Amy Lee (voce, piano), Tim McCord (basso), Will Hunt (batteria), Troy McLawhorn (chitarra, cori) e Jen Majura (chitarra) hanno collaborato con il compositore e arrangiatore orchestrale David Campbell per dare vita a un lavoro discografico ricco del passato ma anche del loro presente, quest’ultimo rappresentato da due inediti (uno dei quali è proprio il singolo Imperfection). La frontwoman della band descrive così Synthesis: “Questo album è un progetto pieno di passione per quanto mi riguarda. Ci sono così tanti strati e livelli nella nostra musica, sotto tutta quella batteria e quelle chitarre. Ho sempre desiderato far emergere in maniera più spiccata gli arrangiamenti di David Campbell presenti nelle nostre canzoni [del passato], e questa idea si trasformata in una vera e propria rivisitazione [di quei brani] con il supporto di una vera e propria orchestra, non semplicemente con degli archi. Quello [dei prossimi mesi] sarà il nostro primo tour affiancati da un’orchestra e non vedo l’ora di esibirmi e di focalizzarmi ancora di più sulla parte vocale e interpretativa, sulle emozioni e sulla storia che abbiamo costruito negli anni. Sono anche molto orgogliosa dei nuovi brani presenti nell’album. In aggiunta ai due inediti, ci sono anche dei bellissimi momenti strumentali. Sembra davvero una grande colonna sonora”.