06-04-2017 ore 13:17 | Rubriche - Costume e società
di Ilaria Bosi

Povertà educative e infanzia. Per Save the children la Lombardia è sulla buona strada

Opportunità di crescita e di studio per bambini e adolescenti. Secondo il rapporto Futuro in partenza? L'impatto delle povertà educative sull'infanzia in Italia presentato da Save the Children (integrale in allegato), l’Italia è divisa in due. In Lombardia il tempo pieno è offerto dal 48% delle scuole primarie contro il 32% del resto della nazione e dal 22% di secondarie di primo grado contro il 15% della media italiana. Aule didattiche e internet veloce si trovano nel 74% delle scuole lombarde contro il 72% nazionale. Significativo il dato degli alunni che non possono usufruire del servizio mensa scolastica: il 32 per cento contro il 52 per cento della media italiana.


Prima infanzia

In Italia solo il 13% dei bambini fino a 2 anni frequenta l'asilo nido o usufruisce di altri servizi pubblici per la prima infanzia. In Lombardia la percentuale è del 17%. Le regioni che offrono migliore copertura sono Emilia Romagna (26%) e Trentino Alto Adige (24%). In Calabria solo l’1% e in Campania solo il 3% dei bambini accedono ai nidi.

Oggi al cinema