04-09-2016 ore 20:36 | Rubriche - L’oasi
di Tiziano Guerini

L’Oasi. Il terremoto recente, Lao Tzu e la conoscenza del modello eterno

L'oasi. Come suggerisce il nome potrebbe trattarsi di un luogo dove trovare ristoro, ma anche di un territorio isolato. L'obiettivo è offrire uno spunto di riflessione, non necessariamente polemico, su temi d'attualità. Chiunque può commentare sulla nostra pagina facebook o scrivere a redazione@cremaonline.it. Buona lettura.

 

La tragedia recente

Vivere a lungo? Non basta: voglio l'eternità! Il desiderio di eternità viene da lontano...Eppur si muore. Anche all'interno di tragedie come quella recente del terremoto. Come superare tanto dolore che ci si riversa addosso dai mezzi di comunicazione di massa? Di fronte alla moderna assiduità della comunicazione, l'aiuto viene da lontano, da saggezze molto antiche.

 

Conoscere il modello eterno

“Le diecimila cose che vengono all'essere, le ho osservate ritornare. Per quanto lussureggianti fioriscano, ognuna deve tornare alla radice da cui è venuta. Questo ritorno alla radice si chiama quiete. L'adempimento del destino di ognuno, che ognuno debba adempiere al suo destino, è il modello eterno. Conoscere il modello eterno è essere illuminati. Chi lo conosce non verrà colpito né fatto appassire dalla sfortuna. Chi conosce il modello eterno è onnicomprendente. Chi è onnicomprendente è completamente imparziale. È come il cielo. Essendo come il cielo è tutt'uno col Tao e come lui è imperituro. Benché il suo corpo possa sparire nell'Oceano dell'esistenza, è al di là di ogni pericolo!" (Lao Tzu cap. XVI – III sec. a.C.)