02-06-2017 ore 19:47 | Rubriche - L’oasi
di Tiziano Guerini

L’oasi. Green economy, sfida sull’orizzonte. Più sinergia tra l’economia e la politica

L’oasi. Come suggerisce il nome potrebbe trattarsi di un luogo dove trovare ristoro, ma anche di un territorio isolato. L’obiettivo è offrire uno spunto di riflessione, non necessariamente polemico, su temi d’attualità. Chiunque può commentare sulla nostra pagina facebook o scrivere a redazione@cremaonline.it. Buona lettura.

 

La Green economy

In un momento politico diviso fra difficoltà a realizzare cambiamenti strutturali e tentazioni di fughe in avanti creando pericolosi conflitti, si sente parlare sempre più spesso di Green economy. Una concezione economica di totale cambiamento di strategia, che auspica una congiunzione più stretta tra economia e politica, rappresentando una riflessione sociale totale. Immaginare una qualità della vita capace di prestare attenzione tanto della vita umana quanto a quella delle diverse forme di vita animali e vegetali presenti al mondo.

 

Il sogno e la politica

Si potrebbe anche dire che Green economy significhi cancellare le parole rifiuti e spreco di tutti i tipi e in tutti i campi, e sostituirle con opportunità e risorse. Un sogno? Per tanti aspetti lo è. Però: lo sviluppo tecnico e scientifico in proposito può ancora fare molto; se la politica, che è per sua natura una scommessa sul futuro, non sa andare oltre l’immediato non potrà andare molto lontano.