01-09-2017 ore 18:18 | Rubriche - Musica
di Giovanni Colombi

Dischi. Tutte le novità e la classifica della settimana: spazio ad Elisa, Verve e Nina Zilli

In collaborazione con il negozio Freak Music Store di Crema vi segnaliamo le novità discografiche del panorama musicale nazionale ed internazionale, nei negozi questa settimana e la classifica dei dischi più venduti in città.

Elisa, “97/07”
Best of di Elisa che racchiude i primi 20 anni della sua straordinaria carriera: Una delle voci più amate ed eclettiche della musica italiana scoperta e portata al successo da Caterina Caselli. Una carriera di successi con 23 dischi di Platino, 1 disco di Diamante, 1 premio Tenco, 1 MTV Europe Music Awards, oltre 2.500.000 copie di dischi venduti. Un regalo per tutti i fans e per tutti coloro che vogliono scoprire il mondo di Elisa, un’opera completa e antologica. Il cofanetto comprende 3 dischi. Il primo cd è dedicato alla prima decade (‘97/’06), il secondo alla decade (‘07/’17) mentre il terzo è dedicato alle covers, grandissime canzoni italiane e straniere che Elisa ha magistralmente interpretato da “Hallelujah” di Leonard Cohen a “(Sittin' On) The Dock Of The Bay” di Otis Redding, da “Almeno Tu Nell’Universo” di Mia Martini a “Wild Horses” dei Rolling Stones. A sostegno del progetto sono previste quattro serate all'Arena di Verona, ognuna con un tema musicale diverso ed impreziosite dalla partecipazione di amici e colleghi pronti a duettare con lei. Questo nuovo greatest hits è disponibile anche in una versione speciale con due bonus dvd con tutti i video ed un prestigioso libro fotografico che documenta la carriera dell'artista più poliedrica della scena musicale italiana.

Nina Zilli, “Modern art”
Un nuovo progetto discografico moderno, proprio come traspare dal titolo, un album che la cantautrice piacentina ama definire urbano/tropicale (è scritto tra Milano e la Giamaica), e le influenze si sentono eccome: c’è tanta energia e positività, c’è il reggae, il rap e ci sono le sonorità urban che ben si amalgamano con la sua voce potente. Un nuovo album pieno d’amore, ma non quello a due privato e individuale: in Modern Art l’amore è condivisione universale, contro ogni sentimento di paura. Il disco contiene 12 canzoni inedite interamente scritte da Nina in collaborazione con altri giovani autori ed è stato prodotto da Michele Canova. Nel booklet tutti i testi delle canzoni sono tratti da un taccuino manoscritto e illustrato da Nina, una vera “chicca” che l’artista ha voluto dedicare al suo pubblico in occasione del nuovo progetto discografico. Per la cantante questo disco rappresenta un nuovo step nella sua straordinaria evoluzione artistica: mai uguale a sé stessa, sorprende ogni volta nella scrittura e nella ricerca musicale, con dei progetti di grande qualità. Per tutti i fan ricordiamo la data zero del tour presso il teatro San Domenico di Crema il prossimo 13 ottobre.

Verve, “Urban hymns – anniversary edition”
Urban Hymns dei Verve, uscito originariamente il 29 settembre 1997, è uno degli album più importanti del pop britannico, un disco che catturava alla perfezione il mood e lo spirito di quei tempi con canzoni emozionanti e profonde. Un vero e proprio classico, tra i 20 album più venduti di sempre in UK (ad oggi 11 volte platino) e con più di dieci milioni di copie vendute in tutto il mondo grazie anche a singoli indimenticabili come Bitter Sweet Symphony e The Drugs Don’t Work. Per questa nuova versione il lavoro di rimasterizzazione e missaggio è opera del co-produttore originale Chris Potter che ha collaborato, come per le precedenti ristampe dei Verve uscite lo scorso anno (A Storm In Heaven e A Northern Soul), con Tony Cousins agli studi Metropolis. Sono state aggiunte le b-sides (e le b-sides dei Verve erano qualcosa di speciale) oltre a tracce dal vivo inedite per un totale di tre ore, incluso il trionfale hometown show del maggio 1998 di fronte a 35.000 fans all’Haigh Hall di Wigan.