01-08-2016 ore 13:40 | Rubriche - L’oasi
di Tiziano Guerini

L’Oasi. Il denaro, il debito e la doppia crisi, dalla contrapposizione all’unica cura

L'oasi. Come suggerisce il nome potrebbe trattarsi di un luogo dove trovare ristoro, ma anche di un territorio isolato. L'obiettivo è offrire uno spunto di riflessione, non necessariamente polemico, su temi d'attualità. Chiunque può commentare sulla nostra pagina facebook o scrivere a redazione@cremaonline.it. Buona lettura.

 

Due grandi sconfitte

Nel suo ultimo scritto Il denaro, il debito e la doppia crisi (ed. Einaudi 2015), quasi un suo testamento, Luciano Gallino già ordinario di sociologia all'università di Torino e purtroppo scomparso lo scorso novembre, individuava le due grandi sconfitte politiche, sociali e morali del nostro tempo nella scomparsa di due grandi idee fondamentali: l'idea di uguaglianza e l'idea del pensiero critico. Sono propenso a condividere il suo pensiero.

 

La contrapposizione

Oggi a prevalere è l'idea della contrapposizione: non più il confronto ideologico fra posizioni culturali tutto sommato affini, ma la precarietà contro il posto fisso, l'eterosessualità e l'omosessualità, il bianco e il nero, l'indigeno e l'immigrato. Certo anche il ricco e il povero, ma - per le attività speculative della finanza - con una dinamica tale fra di loro che è facile per tutti precipitare nell'indigenza o raggiungere la ricchezza in poco tempo, quasi senza accorgersene e magari senza nemmeno saper bene il perché.

 

Il rimedio è la cultura

Quanto all'idea del pensiero critico penso ai tanti mezzi di informazione che più sono numerosi e più sono ripetitivi, più sono banali e più hanno successo, più sono diffusi ed alla portata di tutti in quanto interattivi e più lasciano spazio all'eccesso di semplificazione. Il rimedio? La cultura. Una volta per i propri figli si sperava che si facessero "una fortuna"; oggi si deve sperare sempre di più che si facciano "una cultura". Che non fa necessariamente rima con scuola!