30-09-2017 ore 10:54 | Politica - Milano
di Gianni Carrolli

Milano.Ciclo idrico, protocollo tra Regione e Water Alliance per innovazione e gestione

“Razionalizzazione e ottimizzazione del servizio idrico integrato”: queste le parole chiave del protocollo siglato tra Regione Lombardia e Water Alliance e approvato dalla giunta regionale lunedì 25 settembre. Water Alliance è una rete di imprese in house che comprende diversi gestori del territorio lombardo, tra cui anche Padania Acque. L’accordo sancisce l’inizio di un percorso di collaborazione per lo scambio informativo e la promozione dell’innovazione nella gestione del servizio idrico integrato.

 

Risultati straordinari”

L’assessore regionale Claudia Maria Terzi si dice “convinta che la collaborazione con la Regione porterà straordinari risultati per tutti. Vogliamo promuovere congiuntamente la realizzazione di ricerche, studi o analisi che innalzino il livello di qualità e innovazione nella gestione del servizio idrico integrato sia in ambito regionale, nazionale e comunitario”. “Water Alliance è una realtà efficiente fondata su qualità e investimenti – aggiunge il presidente di Padania Acque, Claudio Bodini – in grado di sviluppare sinergie industriali ed economiche. Un modello di gestione dell’acqua pubblica non solo per la nostra regione ma anche per l’Italia e l’Europa”.

 

I vantaggi della rete

Punto di forza della rete dei gestori idrici, spiega l’Ad di Padania Acque Alessandro Lanfranchi, “è condividere know-how, strategie e modelli di gestione mediante una serie di attività che vanno dal monitoraggio, ai progetti di ricerca dei fanghi di depurazione, fino alla costituzione di una rete per le emergenze legate alla carenza della risorsa idrica. Water Alliance è in grado di sviluppare economie di scala per garantire ai cittadini lombardi un servizio sempre migliore caratterizzato dalla qualità dell’acqua potabile e della sua depurazione per l’ambiente, con un prezzo medio inferiore rispetto a quello della media nazionale”.

Oggi al cinema