29-05-2017 ore 20:41 | Politica - Cremona
di Gianni Carrolli

Cremona. Gestione delle strade prioritarie lombarde, alla Regione 250 chilometri

È stato sottoscritto oggi, lunedì 29 maggio, nella seduta svolta presso la sede del consiglio provinciale, l’accordo per la gestione unitaria della rete stradale prioritaria del territorio lombardo tra Regione Lombardia e provincia di Cremona. In particolare, durante la riunione della giunta regionale, si è dato esito alla sottoscrizione del protocollo per la cessione di parte del reticolo stradale della provincia, circa 250 chilometri degli 880 complessivi. “Gli enti provinciali sono indispensabili ed efficienti per il buon governo delle autonomie locali” ha commentato il presidente Roberto Maroni, che il prossimo 13 giugno sarà impegnato a palazzo Chigi per stabilire la destinazione delle risorse aggiuntive del Patto per la Lombardia.

 

I vantaggi dell’accordo

“Si è concluso un percorso di un’iniziativa sorta tempo fa – ha aggiunto il presidente provinciale, Davide Viola – con il passaggio di parte delle nostre strade a Regione ed Anas, un confronto che si è concluso con questa firma, cedendo 250 chilometri di tratti stradali provinciali su circa 880. Un quarto di queste strade passa quindi ad altri gestori, con implicazioni a carattere economico importanti proprio nell’attuale situazione che vede le province soffrine pesantemente nei propri bilanci. Un contesto che può vedere Cremona ed il proprio territorio maggiormente collegata al resto della Regione, senza tralasciare le importanti risorse finanziarie ed opere infrastrutturali comprese nel Patto della Lombardia”.